Fca assicura: le accuse di GM non freneranno la fusione con Peugeot – MilanoFinanza.it

21 Novembre 2019 0 Di Luna Rossa

In una lettera ai dipendenti, il ceo Manley, si è detto sorpreso dall’azione legale di General Motors sia per il contenuto che per la tempistica. Fca si difenderà con vigore. Per gli analisti sono limitate le probabilità che il colosso Usa vinca la causa con un potenziale compenso di 3 mld di euro. Però Fca dovrà fare accantonamenti che potrebbero intaccare il dividendo jumbo

Fiat Chrysler  Automobiles ha assicurato che i colloqui con Peugeot  per creare il quarto gruppo automobilistico del mondo stanno proseguendo regolarmente, nonostante le accuse di General Motors. “I colloqui proseguono regolarmente”, ha detto un portavoce di Fca  stamani all’agenzia Reuters, riguardo al negoziato con il gruppo francese.

Inoltre, in una lettera ai dipendenti vista da Reuters, il ceo, Mike Manley, ha spiegato: “Siamo sorpresi da quest’azione legale, sia per il contenuto che per la tempistica. Possiamo solo presumere che sia volta a disturbare il nostro piano di fusione con Psa”. Fca  si difenderà “con vigore contro queste accuse insensate”, si legge ancora nella lettera. “Voglio assicurarvi che non ci faremo rallentare da questo evento”, ha aggiunto Manley.

General Motors ha intentato un’azione legale contro Fca , accusandola di aver pagato milioni di dollari di tangenti per ottenere concessioni e benefici in tre contratti di lavoro con il sindacato United Auto Workers (Uaw) nel 2009, nel 2011 e nel 2015, acquisendo un “indebito vantaggio” che si sarebbe tradotto in un costo del lavoro più basso per Fca  (8 dollari l’ora di differenza rispetto a GM: 55 dollari contro 63 dollari).

Ora GM cerca una compensazione economica parametrata, ma non quantificata, al vantaggio di Fca . La causa per corruzione ai vertici del sindacato Uaw è emersa nel 2017 ed è ancora in corso un’investigazione da parte del Department of Justice, che ha coinvolto i vertici del sindacato e ha delineato il possibile coinvolgimento di Fca , portando per il momento a sette accuse. Peraltro le class action private mosse dai lavoratori Uaw che cercavano un compenso economico maggiore sono state rigettate.

La causa di General Motors non è chiaramente positiva per Fca , il cui titolo sbanda a Milano del 2,72% a 13,588 euro dopo un minimo intraday a quota 13,27 euro (-0,09% a 22,48 euro Peugeot  a Parigi), anche se la società è convinta che le accuse mosse non siano altro che “un tentativo senza basi di distogliere l’attenzione dalle sfide proprie di quella società”.

La causa arriva, infatti, in un momento delicato per il gruppo italo-americano, che sta lavorando alla fusione alla pari con Psa e sta negoziando un contratto di lavoro di quattro anni con il sindacato Uaw. Lo hanno già fatto la settimana scorsa i lavoratori di Ford Motor, mentre quelli di GM hanno approvato un accordo a fine ottobre, ma doloroso con uno sciopero di 40 giorni. “La causa complica il già difficile compito di raggiungere un accordo tra Uaw e Fca “, ha confermato Kristin Dziczek, Vice President of Industry, Labor & Economics del Center for Automotive Research in Michigan.

“Questa sconcertante manovra viene in un momento in cui Fca  sta dimostrando di essere un concorrente sempre più forte e continua a creare importante valore per tutti i suoi stakeholders, implementando con successo la propria strategia di lungo periodo. Ciò comprende il suo piano di fondersi con Psa, che per parte sua ha completato con successo il risanamento delle attività europee che ha recentemente acquistato da General Motors (prima nel 2015 Sergio Marchionne ha provato a fondere Fca  con GM che però ha respinto l’offerta, ndr)”, ha sottolineato la stessa Fca  in una nota.

Un tentativo “straordinario” di creare un “diversivo”. Non la pensa così il consigliere generale di GM, Craig Glidden, il quale ha chiarito che la causa non ha nulla a che fare con la prevista fusione tra Psa e Fca  e la casa automobilistica non intende far causa contro il sindacato. Comunque Fca  ha fiducia che “prevarrà nel difendersi da queste accuse in tribunale e intende avvalersi di tutte le tutele disponibili in risposta a questa causa senza fondamento”.

Gli analisti ritengono limitate le probabilità che il colosso Usa vinca la causa. “In tale caso, la nostra stima preliminare in relazione al potenziale compenso per GM ammonta a 3 miliardi di euro e 1,9 euro per azione”, ha detto un analista. Tuttavia, le conseguenze indirette sono quelle più rilevanti e sono: il rallentamento dei negoziati con Psa, nonostante le rassicurazioni di oggi di Fca , e un potenziale accantonamento per Fca  che potrebbe intaccare il dividendo jumbo di 5,5 miliardi, oltre all’atteggiamento ancora più duro del sindacato Uaw nelle negoziazioni in atto con il gruppo (potenziale costo di 550 milioni di euro). Anche gli analisti di Banca Imi (rating buy e target price a 16 euro) temono i potenziali accantonamenti che Fca  dovrebbe fare.

Per gli esperti di Banca Akros (rating buy e target price a 17,50 euro) “i tempi della mossa di GM sono chiaramente sospetti e probabilmente mirati a interrompere il merger Psa-Fca . Siamo abbastanza sicuri che Psa fosse ben consapevole delle indagini sulla presunta relazione fraudolenta tra Fca  e Uaw. La mossa di GM potrebbe complicare i colloqui con il sindacato, ma riteniamo che non metta in pericolo l’esito positivo della fusione con Psa”.

Per Equita  (rating buy e target price a 17,1 euro confermati sul titolo Fca ) e per Fidentiis (rating buy e target price tra 20 e 22 euro) indubbiamente tale mossa genera incertezza e cade in un momento particolarmente critico essendo in corso la definizione del memorandum of understanding per la fusione Fca -Psa prevista entro dicembre e perché, appunto, avviene alla vigilia dell’avvio dei negoziati Fca -Uaw proprio per il rinnovo del contratto. “Tuttavia, va sottolineato che questo non è un fulmine a cielo sereno poiché l’indagine federale anticorruzione che ha coinvolto i capi della Uaw è iniziata nel 2017 ed è ancora in corso”, osservano a Fidentiis. Dall’investor day di oggi della holding di casa Agnelli, Exor , gli analisti si aspettano ulteriori dichiarazioni in merito.

Sorgente: Fca assicura: le accuse di GM non freneranno la fusione con Peugeot – MilanoFinanza.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •