Manovre di attracco – [email protected] | NUOVA RESISTENZA antifa’ 

1 Luglio 2019 0 Di Luna Rossa

Tra i molto commenti pervenuti su face book al nostro articolo

La Sea Watch non ha speronato nessuno, sono notizie false diffuse dai leghisti presenti ( video) @ [email protected]

riteniamo questo, a firma Lorenzo Altare, particolarmente chiaro e esaustivo e lo pubblichiamo con piacere.

“Da circa 40 anni ho ottenuto l’abilitazione al comando di imbarcazioni a motore fino a 40 tonnellate di stazza, è quindi con un minimo di cognizione di causa che vorrei spiegare come avviene una manovra di attracco, ovvero un accostamento laterale ad una banchina.

E’ una manovra complicata, immagino terribilmente complicata con una nave come la Sea Watch 3 la cui stazza è di 600 tonnellate e non di 40.
C’è un elemento che sfugge anche ai più esperti piloti di terraferma, l’abbrivio. Immaginate, tanto per farvene un’idea, che se una nave come la Costa Concordia spegnesse i motori durante la navigazione proseguirebbe la sua corsa ancora per 15 o 20 chilometri prima di arrestarsi.

Per attraccare occorre dirigere l’imbarcazione verso la banchina con un’angolazione di circa 30 gradi dosando il movimento affinchè la prua si fermi prima del contatto, quindi occorre un vigoroso colpo di “macchine indietro” con barra verso la banchina per fare accostare la poppa.

Tra la prima e la seconda manovra viene a crearsi un triangolo isoscele di acqua che ha per lati la nave e la banchina che quasi si toccano al vertice e per base uno spazio libero destinato a restringersi fino a scomparire una volta completato l’attracco.

E’ in questo spazio che la lancia della guardia di finanza si è andata ad infilare nell’assurdo tentativo di ostacolare una manovra che seppur lentissima non poteva essere fermata a causa dell’abbrivio di cui sopra, pena perdere il controllo della nave stessa.

Una manovra ostruttiva quella della guardia di finanza al limite della follìa della quale la capitana Carola non ha alcuna responsabilità.”

Sorgente: NUOVA RESISTENZA antifá

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •