Verona, l’organizzatore del Family Day condannato per diffamazione di Arcigay – Il Fatto Quotidiano

Verona, l’organizzatore del Family Day condannato per diffamazione di Arcigay – Il Fatto Quotidiano

11 Giugno 2019 0 Di Luna Rossa

Il Tribunale ha condannato Massimo Gandolfini a 40mila euro di multa per aver diffamato l’associazione. Il segretario Gabriele Piazzoni: “Giustizia è fatta”

Condannato per aver diffamato Arcigay. È la sentenza emessa dal tribunale di Verona per Massimo Gandolfini, portavoce del Comitato ‘Difendiamo i nostri figli‘ e organizzatore del Family Day. I giudici lo hanno condannato a quattro mesi di reclusione, convertiti in una sanzione pecuniaria di 30mila euro, e a una multa di 10mila euro per danni.

La condanna è legata alle dichiarazioni di Gandolfini a un incontro pubblico del 2015. Aveva sostenuto che tra le 58 identità di genere approvate da Arcigay – tra cui era possibile optare su Facebook per connotare il proprio profilo – vi fosse anche la pedofilia. Durante l’incontro Gandolfini aveva mostrato un articolo di Repubblica travisandone però il contenuto: nell’articolo, infatti, era scritto che una delle identità di genere approvate da Arcigay era quella del “femminiello”, cioè una figura omosessuale tipica della tradizione popolare napoletana di aspetto marcatamente effeminato, e non la pedofilia.

Gabriele Piazzoni, segretario generale di Arcigay, ha commentato così la sentenza: “Ancora una volta un esponente del mondo ultraconservatore viene condannato per la sua condotta nei confronti delle persone e delle associazioni lgbti. Pochi mesi fa Pillon veniva condannato a Perugia, oggi Gandolfini fa il bis a Verona. Questa condanna ci dice molto sulla modalità che i patron del Family Day usano per affermare le proprie idee, cioè la diffamazione. Con molta soddisfazione oggi diciamo nuovamente che giustizia è fatta e che continueremo a difendere in ogni sede la dignità e l’onorabilità delle persone lgbti”.

Monica Cirinnà, senatrice del Pd, ha dichiarato riguardo alla sentenza: “È una buona notizia, nel mese dei Pride, cui l’Italia sta partecipando in massa, per testimoniare il proprio attaccamento ai valori della libertà, dell’eguaglianza e dell’inclusione, espressi dalla Costituzione: quegli stessi valori che Gandolfini disprezza, spalleggiato dalla peggiore destra”.

Monica Cirinnà

@MonicaCirinna

Condanna di Massimo è una buona notizia, nel , per valori di libertà, eguaglianza e inclusione della Costituzione: quegli stessi che Gandolfini disprezza, spalleggiato dalla peggiore destra, di cui é peraltro non da oggi è organico http://www.senatoripd.it/diritti/cirinna-condanna-gandolfini-buona-notizia-valori-costituzionali-liberta-ed-eguaglianza/ 

Cirinnà: Condanna Gandolfini buona notizia per i valori costituzionali di libertà ed eguaglianza |…

“La condanna di Massimo Gandolfini per diffamazione ai danni di Arcigay conferma che in Italia non può esserci spazio per discorsi di odio omofobico e…

senatoripd.it

40 utenti ne stanno parlando

Sorgente: Verona, l’organizzatore del Family Day condannato per diffamazione di Arcigay – Il Fatto Quotidiano

Spread the love
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •