Leonardo, possibili problemi per il maxi contratto da 1,5 mld con l’Arabia – MilanoFinanza.it

22 Giugno 2019 0 Di Luna Rossa

Per Equita la sentenza secondo cui il Regno Unito deve valutare se il governo saudita abbia violato i diritti umani nello Yemen prima che vengano approvati ulteriori vendite di armi potrebbe avere ripercussioni. Bae Systems è contractor per l’esportazione in Arabia di 48 Eurofighter del valore di 5 mld di sterline e circa un terzo è la quota del gruppo italiano

Focus di Equita  su Leonardo  dopo che “una sentenza della corte d’appello di Londra ha deciso che il Regno Unito deve valutare se il governo saudita abbia violato la legge internazionale sui diritti umani nella sua campagna militare nello Yemen prima che vengano approvati ulteriori vendite di armi al regno del Golfo”, spiega la sim in un report di oggi che conferma il giudizio buy con prezzo obiettivo di 12,5 euro.

Secondo Equita , “questa decisione non sospende i contratti in corso, ma potrebbe avere ripercussioni su quelli futuri. In particolare Bae Systems è prime contractor per l’esportazione in Arabia Saudita di 48 Eurofighter del valore di 5 miliardi di sterline: il memorandum di understanding è stato firmato, ma non ancora finalizzato. Il pro-quota di Leonardo  stimiamo valga oltre 1,5 miliardi di euro”.

Banca Akros invece si sofferma sul Documento Programmatico Pluriennale per il 2019-2021. “Secondo una autorevole fonte industriale questo documento attribuisce 382 milioni di euro in tre anni per lo sviluppo di elicotteri light utility per le forse armate italiane. I 382 milioni dovrebbero essere usati per coprire i costi di sviluppo di una versione dedicata degli elicotteri AW169”, osserva Banca Akros.

L’investment bank nota anche che “il Documento Programmatico Pluriennale per il 2019-2021 intenderebbe rilanciare pure lo sviluppo del sistema missilistico Camm-Er (Common Anti-air Modular Missile Extended Range, ndr) che dovrebbe essere attuato da Mbda Italia e Mbda Uk (Mbda è una joint venture tra Airbus , Leonardo , e Bae Systems, ndr). L’Italia doveva investire 545 milioni in questo progetto, ma il governo in passato ha deciso di posticipare l’impegno”. Mbda è una joint venture tra Airbus , Leonardo , e Bae Systems.

Ma oggi la situazione appare diversa. In sostanza, “le indiscrezioni sul Documento Programmatico Pluriennale per il 2019-2021 confermano la nostra impressione secondo cui i rapporti di forza nel governo italiano sono cambiati drasticamente dopo le elezioni europee a favore della Lega. Quindi le notizie sui due programmi di investimento sono positive e parzialmente scontate dal titolo”, afferma Banca Akros che lascia invariato il giudizio buy con prezzo obiettivo di 13,5 euro. Al momento il titolo del gruppo guidato dall’ad Alessandro Profumo segna a Piazza Affari un marginale ribasso dello 0,31% a 11,11 euro.

Sorgente: Leonardo, possibili problemi per il maxi contratto da 1,5 mld con l’Arabia – MilanoFinanza.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •