La Whirlpool gela Di Maio: «Napoli non è sostenibile» | Il Mattino

La Whirlpool gela Di Maio: «Napoli non è sostenibile» | Il Mattino

5 Giugno 2019 0 Di Luna Rossa

Otto milioni di euro di incentivi che lo Stato sta per concedere al gruppo Whirlpool e che potrebbe riprendersi se la multinazionale decidesse di abbandonare o chiudere lo stabilimento di Napoli. È questa l’ultima arma che ha in mano Luigi Di Maio per salvare la storica sede ex Indesit di via Argine e convincere gli americani a desistere dai loro propositi: andare via dal centro campano, nonostante lo scorso ottobre abbiano firmato un piano per rilanciare tutta la produzione italiana con un investimento da 250 milioni. Dei quali 17 in Campania, tra la stessa Napoli e quello che rimane a Carinaro.

Per la cronaca Di Maio ha anche dato sette giorni al colosso del bianco, perché gli si presentino soluzioni alternative: cioè se c’è un compratore. Ma che nelle trattative non ci siano altre strade, è stato chiaro al ministero dello Sviluppo, dove il vicepremier ha convocato ieri sindacati e soprattutto l’azienda. E in questa sede il leader pentastellato ha mostrato la faccia più feroce che ha davanti all’amministratore delegato in Italia di Whirlpool, Luigi La Morgia. Gli ha ringhiato che «non intende partecipare a questo gioco delle tre carte», di voler trattare soltanto con i proprietari americani «perché con voi ormai non so chi comanda e non siete credibili», che siamo davanti «a un atteggiamento gravissimo che spinge lo Stato italiano a farsi rispettare».

……

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCANDO IL LINK SOTTO RIPORTATO

Sorgente: La Whirlpool gela Di Maio: «Napoli non è sostenibile» | Il Mattino