Accusato di 132 omicidi in Colombia, si rifugia in Cilento: no estradizione | Il Mattino

Accusato di 132 omicidi in Colombia, si rifugia in Cilento: no estradizione | Il Mattino
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

Un emigrante rientrato a casa. Come tanti fanno da queste parti, a sud della provincia di Salerno, nel Cilento. Chi dall’Argentina, chi dal Venezuela, chi dal Brasile, chi dalla Colombia. Tutti ad Ascea, centro costiero cilentano, pensavano che anche Domenico Antonio Mancusi Hoyos facesse parte di questa folta schiera di cilentani emigrati all’estero e poi tornati nella loro terra natia. Almeno fino a domenica sera, quando il servizio trasmesso da «Le Iene» ha svelato l’identità di quest’uomo: un pericoloso terrorista, ricercato numero uno in Colombia per numerosi crimini e da tempo rifugiato in Italia, nel Cilento. Nel suo Paese, infatti, è accusato di aver commesso, ai vertici dell’organizzazione paramilitare dell’Auc (Autodifese Unite della Colombia), durante la guerra civile che per oltre quarant’anni ha insanguinato la Colombia, numerosi crimini, tra cui oltre 132 omicidi.

…..

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCANDO IL LINK SOTTO RIPORTATO

Sorgente: Accusato di 132 omicidi in Colombia, si rifugia in Cilento: no estradizione | Il Mattino

Spread the love
seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot

luna_rossa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Seguiteci su Telegram https://t.me/NuovaresistenzaBot
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: