8 marzo, Italia in sciopero: si bloccano bus, scuola e sanità

7 Marzo 2019 0 Di luna_rossa

ROMA «Contro la violenza maschile sulle donne e i femminicidi; contro ogni discriminazione di genere e contro le molestie nei luoghi di lavoro; contro la precarietà e la privatizzazione del welfare; contro l’obiezione di coscienza nei servizi sanitari pubblici e a difesa della L. 194, per il potenziamento della reta nazionale dei consultori; contro il disegno di legge Pillon su separazione ed affido». È solo l’inizio delle motivazioni con cui i sindacati autonomi Cobas e Usb hanno annunciato lo sciopero dell’8 marzo. Uno sciopero che ormai è quasi un appuntamento fisso: anche lo scorso anno fu indetta dagli autonomi un’astensione dal lavoro nella stessa data, e quest’anno in più c’era l’attrattiva del venerdì, il giorno della settimana preferito da tutte le organizzazioni sindacali.

8 marzo tra sciopero e cortei: Roma a rischio paralisi

Alla protesta peraltro si sono aggiunte in ambito regionale anche sigle del sindacato confederale. A Roma e nel Lazio, per esempio, la Cgil aderisce alla mobilitazione nei settori del lavoro pubblico e dell’ istruzione, «per consentire la partecipazione a tutte le iniziative e le manifestazioni della giornata dell’8 marzo».

GLI ORARI
Così domani in tutta Italia ci saranno se non la paralisi quanto meno forti disagi, per chi deve prendere i terni o mezzi pubblici nelle città, per le famiglie che portano i bambini a scuola, per i pazienti negli ospedali. Lo sciopero dei sindacati autonomi durerà 24 ore, con astensione dalle prestazione lavorative dalle ore 8,30 alle ore 17 e dalle ore 20 a fine servizio. Per i trasporti pubblici viene garantito il servizio essenziale, come previsto dalla legge. Nel Lazio sono garantite tutte le partenze dai capolinea fino alle ore 8,30, alla ripresa del servizio alle ore 17, fino alle ore 20. Inevitabili le conseguenze nella Capitale per le linee di autobus e per la metropolitana.

LE FERROVIE
Lo sciopero coinvolge l’intero sistema ferroviaria: per Trenitalia, Italo e Trenord, sono possibili ritardi e cancellazioni di treni. Si fermano anche i lavoratori aeroportuali di terra e naviganti aderenti alla sigla Usb degli aeroporti italiani, dalle ore 14 alle ore 18. Stessa fascia oraria per i dipendenti Alitalia, inclusi i piloti, gli assistenti di volo e il personale di terra. Si ferma invece dalle ore 11 alle ore 15 il personale navigante e di terra della compagnia Air Italy.

Sorgente: 8 marzo, Italia in sciopero: si bloccano bus, scuola e sanità

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •