Eddi combattente YPJ : Procura di Torino, applicazione di sorveglianza speciale (video messaggio)  – [email protected]

26 Gennaio 2019 0 By ken sharo

Eddi è una giovane italiana che ha fatto una scelta. Ha scelto di partire per la Siria e di unirsi alle Ypj, le Unità di difesa delle donne, per combattere ISIS e difendere la rivoluzione confederale della Siria del Nord e dell’Est.La Procura di Torino per questo l’ha definita “socialmente pericolosa” e ha proposto di sottoporla alla “sorveglianza speciale” insieme ad altri 4 torinesi che hanno fatto la sua stessa scelta.In questo messaggio Eddi ci parla di come di fronte a provvedimenti come questo non serva a niente lamentarsi: l’unica cosa da fare è continuare a lottare a testa alta, consapevoli che la scelta rivoluzionaria è quella giusta, qualsiasi siano le conseguenze.

UN MESSAGGIO DA EDDI A #FIRENZE E A TUTTA L’ITALIA
Eddi è una giovane italiana che ha fatto una scelta. Ha scelto di partire per la #Siria e di unirsi alle #Ypj, le Unità di difesa delle donne, per combattere #ISIS e difendere la rivoluzione confederale della Siria del Nord e dell’Est, una rivoluzione che ci parla di libertà, di autonomia della donna e di fratellanza fra i popoli.
La Procura di Torino per questo l’ha definita “socialmente pericolosa” e ha proposto di sottoporla alla “sorveglianza speciale” insieme ad altri 4 torinesi che hanno fatto la sua stessa scelta.
In questo messaggio Eddi ci parla di come di fronte a provvedimenti come questo non serva a niente lamentarsi: l’unica cosa da fare è continuare a lottare a testa alta, consapevoli che la scelta rivoluzionaria è quella giusta, qualsiasi siano le conseguenze.
Per noi Eddi, così come Jacopo, Davide, Paolo e Jack, sono dei partigiani di oggi. Diffondiamo il loro messaggio e mobilitiamoci per sostenere loro e questa rivoluzione!

 

Sorgente: (1) AuT.OP. – Autonomia Operaia

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •