0 8 minuti 3 settimane

Il presidente cinese Xi Jinping e il presidente serbo Aleksandar Vucic hanno firmato mercoledì a Belgrado una dichiarazione congiunta sulla costruzione di una comunità con un futuro condiviso nella nuova era, rendendo la Serbia il primo paese europeo a costruire una tale comunità con la Cina.

Nella dichiarazione congiunta, i due paesi hanno deciso di approfondire ed elevare il partenariato strategico globale Cina-Serbia. La Serbia è stato il primo Paese dell’Europa centrale e orientale a diventare, otto anni fa, il partner strategico globale della Cina.

“Si tratta di una scelta strategica fatta da entrambe le parti per costruire una comunità sino-serbia con un futuro condiviso nella nuova era. Il suo obiettivo è realizzare l’aspirazione dei due popoli per una vita migliore. Il suo fondamento e la sua forza trainante provengono dal fermo sostegno e ampia partecipazione dei due popoli”, ha detto Xi ai giornalisti durante una conferenza stampa congiunta con Vucic. 

Xi ha anche annunciato sei misure per sostenere la costruzione di una comunità sino-serbia con un futuro condiviso. 

La Cina è pronta a importare più prodotti agricoli distintivi e di qualità dalla Serbia. La Cina accoglie con favore la Serbia affinché aumenti i voli diretti tra Belgrado e Shanghai e incoraggia le compagnie aeree di entrambe le parti a lanciare voli diretti tra Belgrado e Guangzhou. 

La parte cinese aiuterà nei prossimi tre anni 50 giovani scienziati serbi nei programmi di scambio con la Cina, mentre nei prossimi tre anni saranno invitati a studiare in Cina complessivamente 300 giovani serbi, ha sottolineato Xi. 

La Cina sostiene la Serbia nell’ospitare Expo 2027 e invierà una delegazione per partecipare al grande spettacolo. La Cina incoraggia le sue imprese a prendere parte alla costruzione di progetti rilevanti, ha affermato Xi.

Grazie agli sforzi congiunti di Cina e Serbia, l’accordo di libero scambio tra i due paesi entrerà in vigore il 1° luglio, ha affermato Xi. 

Xi, durante il colloquio con Vucic a Belgrado, ha affermato che le relazioni bilaterali tra Cina e Serbia sono più ricche di contenuto e sono diventate un modello delle relazioni amichevoli tra la Cina e i paesi europei. 

Xi ha invitato Cina e Serbia a portare avanti la natura innovativa delle relazioni bilaterali, ad aprire nuove prospettive di cooperazione e a rendere la cooperazione innovativa un nuovo punto di crescita dei legami bilaterali. 

Mercoledì Xi è stato accolto da decine di migliaia di serbi e prima dell’incontro tra i due leader si è tenuta una cerimonia di benvenuto davanti al Palazzo di Serbia. 

Mercoledì sugli edifici storici di Belgrado erano appesi le bandiere nazionali cinesi e gli striscioni di benvenuto in lingua cinese.  

Gli esperti cinesi e serbi hanno affermato che l’incontro tra i due capi di Stato continuerà a fornire una guida di alto livello per il sano sviluppo delle relazioni bilaterali per gli anni a venire e darà ulteriore vitalità all’amicizia ferrea e segnata dal tempo. 

Amicizia ferrea

Martedì, sul media serbo Politika, è stato pubblicato un articolo firmato dal presidente Xi intitolato “Possa la luce della nostra amicizia corazzata risplendere sul cammino della cooperazione sino-serbia”.   

Xi ha osservato nell’articolo che “c’è sempre stata un’affinità tra i popoli cinese e serbo nonostante la lunga distanza che ci separa. Durante l’aspra guerra antifascista e la nostra rispettiva costruzione nazionale nel secolo scorso, i popoli cinese e serbo hanno forgiato un una forte amicizia che si estende nel tempo e nello spazio.” 

“Nel mezzo delle trasformazioni in corso nel mondo, mai viste in un secolo, il nostro sostegno reciproco rimane più forte che mai, la nostra cooperazione è più stretta e i nostri scambi e il nostro apprendimento reciproco più sostanziali. Qualunque siano i cambiamenti nel panorama internazionale, Cina e Serbia rimangono veri amici e buoni partner. La nostra ferrea amicizia è in continua crescita, stabilendo un modello per le interazioni tra stato e stato e tra persone”, ha scritto Xi. 

Xi ha affermato che Cina e Serbia dovrebbero sempre essere buoni amici e trattarsi a vicenda con sincerità, buoni partner per una cooperazione vantaggiosa per tutti, svolgere un ruolo esemplare nel promuovere l’equità e la giustizia e rafforzare il legame cuore a cuore tra i loro due popoli. 

Con il sostegno della Cina, sono state costruite centinaia di chilometri di autostrade, è entrata in funzione la ferrovia più veloce dell’Europa orientale e gli impianti energetici continuano a rinnovarsi, ha detto mercoledì al Global Times Boyan Lalic, direttore del Belt and Road Institute di Belgrado. 

La ferrovia ad alta velocità costruita in Cina che collega Belgrado a Novi Sad, economica e comoda, ha ridotto il viaggio da un’ora e mezza a soli 36 minuti, rendendo possibile la vita in due città per molti giovani in cerca di opportunità, ha appreso il Global Times. 

La ferrovia fa parte di un progetto più ambizioso che collega Belgrado e Budapest, la capitale dell’Ungheria, la cui costruzione potrebbe terminare già nel 2025. Il progetto ha creato posti di lavoro, offerto esperienze lavorative e corsi di formazione unici e ha consentito a persone come l’ingegnere serbo Aleksandra Milosavljevic per “fare ottimi amici con i miei colleghi cinesi”. 

Unire le mani sulla scena internazionale

Nell’articolo firmato, Xi ha scritto: “Venticinque anni fa, oggi, la NATO ha bombardato in modo flagrante l’ambasciata cinese in Jugoslavia… Questo non dovremmo mai dimenticarlo. Il popolo cinese ha a cuore la pace, ma non permetteremo mai una situazione così tragica”. la storia si ripete.” 

L’amicizia Cina-Serbia, forgiata con il sangue dei nostri compatrioti, rimarrà nella memoria condivisa dei popoli cinese e serbo e ci ispirerà a marciare avanti a grandi passi, ha scritto Xi.

Dong Yifan, ricercatore presso l’Istituto di studi europei, China Institutes of Contemporary International Relations, ha affermato che sia la Cina che la Serbia aderiscono all’indipendenza e al non allineamento nei loro approcci strategici, scegliendo di seguire i propri percorsi di sviluppo e opponendosi all’egemonia. “Condividiamo un forte consenso negli affari internazionali.”

L’ultima tappa del viaggio europeo di Xi in tre paesi sarà l’Ungheria, durante la quale, secondo quanto riportato dai media, dovrebbero essere firmati una serie di accordi di cooperazione. 

Sia la Serbia che l’Ungheria sono paesi pilastro della BRI proposta dalla Cina e sono da tempo in prima linea nelle relazioni dei paesi europei con la Cina con una stretta cooperazione, ha affermato Dong, aggiungendo che la diplomazia di alto livello ha svolto un ruolo chiave nella strategia dei due paesi. rapporti con la Cina. 

He Zhigao, ricercatore presso l’Istituto di Studi Europei della CASS, ha affermato che Serbia e Ungheria “si distinguono” tra i paesi europei per quanto riguarda lo sviluppo dei legami con la Cina, in parte perché possono superare alcuni vincoli esterni e prendere decisioni più indipendenti basate sulle proprie decisioni. interessi.

Sorgente: Xi e Vucic tengono colloqui e acclamano un’amicizia sempre crescente e corazzata – Global Times