0 3 minuti 3 settimane

L’attesa per le elezioni amministrative in Turchia si è finalmente conclusa con una sorpresa che pochi si sarebbero aspettati: il partito di governo guidato dal presidente Recep Tayyip Erdogan ha subito una pesante sconfitta, perdendo il controllo delle città più grandi del Paese a favore dell’opposizione.

Antonella Napoli

Il risultato è tanto più significativo se si considera che lo scorso anno Erdogan aveva vinto le elezioni presidenziali con una maggioranza di misura, confermando il suo ruolo di leader indiscusso della Turchia. Tuttavia, la situazione è cambiata drasticamente alle amministrative, con il partito di Erdogan, l’Akp, che ha perso il controllo di città importanti come Ankara e Istanbul a favore dei candidati del principale partito di opposizione, il Chp.

Le piazze delle città sono esplose in festa per celebrare la vittoria dell’opposizione, che ha ottenuto una vittoria storica e significativa. L’aria è decisamente cambiata.
Erdogan ha dovuto ammettere la sconfitta, dichiarando che “oggi hanno vinto 85 milioni di turchi” e che il risultato negativo del suo partito deve essere un punto di svolta. Ha inoltre sottolineato l’importanza delle elezioni come momento chiave della democrazia, in cui il popolo indica la strada che vuole intraprendere.

Le elezioni amministrative in Turchia hanno dimostrato che il vento sta cambiando nel Paese e che c’è una crescente domanda di maggiore libertà e diritti da parte dei cittadini. L’opposizione ha dimostrato di essere in grado di mobilitare un vasto sostegno e di competere con successo contro il partito al potere, segnando un importante cambiamento nella politica turca.

Resta da vedere come Erdogan e la sua formazione politica affronteranno questa sconfitta on lo spirito giusto, non con spirito di rivalsa vendicativa e repressioni, e come si evolverà la situazione politica nel Paese nei prossimi mesi.
Tuttavia, una cosa è certa: il voto delle amministrative in Turchia ha segnato un punto di svolta e ha dimostrato che la democrazia è ben viva nel Paese che non vuole più essere guidata da autocrati intolleranti alla libertà di pensiero, agli oppositori critici in particolare contro il partito curdo di cui ha fatto arrestare negli anni gli esponenti più importanti. Come d’altronde ha sempre fatto per i giornalisti indipendenti che semplicemente avevano scritto fatti e analisi a lui sgraditi.

Sorgente: Turchia, Erdogan sconfitto dall’opposizione alle elezioni amministrative – Articolo21

Please follow and like us:
0
fb-share-icon0
Tweet 20
Pin Share20