0 5 minuti 6 mesi

Edizione del 20 ottobre 2023

Migliaia di americani manifestano per il cessate il fuoco sul National Mall, la spianata centrale di Washington, trecento ebrei pacifisti entrano negli uffici del Congresso gridando “non in mio nome” e vengono arrestati. Agli Usa non basta il “contenimento” super-armato di Biden

Peace Invaders
Peace Invaders
INTERNAZIONALE

Peace Invaders

Luca Celada

PEACE INVADERSMigliaia di americani manifestano per il cessate il fuoco sul National Mall, la spianata centrale di Washington, trecento ebrei pacifisti entrano negli uffici del Congresso gridando “non in mio nome” e vengono arrestati. Agli Usa non basta il “contenimento” super-armato di Biden

POLITICA

Giambruno, altri fuorionda. «Striscia» imbarazza Meloni

Giuliano Santoro

AFFARI DI FAMIGLIAIl tg comico di Ricci trasmette nuove avances e volgarità del compagno della premier. Secondo un’indagine promossa dalla Federazione della stampa nel 2019, l’85% delle giornaliste dichiara di aver subito molestie sessuali sul lavoro

COMMENTI

«Fare il cane del Sinai»

Bruno Montesano

ISRAELE/PALESTINAFare il cane del Sinai pare sia stata una locuzione dialettale dei nomadi che un tempo percorsero il deserto altopiano di El Tih, a nord del monte Sinai. Variamente interpretata […]

INTERNAZIONALE

Issa Amro: «Violenza inaudita, serve una politica che persegua pace e giustizia»

Filippo Zingone

ISRAELE/PALESTINAIntervista all’attivista palestinese per i diritti umani: «Qui a Hebron c’è il coprifuoco dal giorno dell’attacco. Più di mille famiglie palestinesi non possono uscire di casa. Hamas ha attaccato Israele, il sistema difensivo non ha funzionato e ora chi deve pagare sono i civili palestinesi. L’unico modo per indebolire Hamas è un percorso di pace»

EUROPA

A Berlino tira una brutta aria

Sebastiano Canetta

ISRAELE/PALESTINAEpisodi di odio antisemita, cori per Hamas, divieto di manifestare per la Palestina o di indossare la kefiah nelle scuole

EUROPA

La Scozia: accoglieremo i profughi palestinesi

Marco Ruggieri

REGNO UNITOIl premier Humza Yousaf contro le politiche migratorie di Londra, e sul conflitto in corso dice: «In molti perderanno la vita se i confini non verranno riaperti, non so se rivedrò mai i miei suoceri»

Please follow and like us:
0
fb-share-icon0
Tweet 20
Pin Share20