0 10 minuti 11 mesi

Edizione del 5 luglio 2023

Perde pezzi il Comitato voluto da Calderoli per far partire l’Autonomia differenziata. Giuliano Amato e altri sei esperti scoprono che non ci sono più le condizioni per lavorare alla definizione dei «Lep» e si dimettono. La «secessione dei ricchi» scricchiola e per Meloni va bene così

Rifiuto differenziato

Rifiuto differenziato

Adriana Pollice

LO SPACCA ITALIAPerde pezzi il Comitato voluto da Calderoli per far partire l’Autonomia differenziata. Giuliano Amato e altri sei esperti scoprono che non ci sono più le condizioni per lavorare alla definizione dei «Lep» e si dimettono. La «secessione dei ricchi» scricchiola e per Meloni va bene così

COMMENTI

Fuga tardiva dalla trappola del ministro

Massimo Villone

SETTE IN MENOIl Comitato per i livelli essenziali delle prestazioni (Clep) è stato scosso da una raffica di abbandoni eccellenti. Hanno lasciato la compagnia (in ordine rigorosamente alfabetico) Amato, Bassanini, Finocchiaro, Gallo, […]

REPORTAGE

Jenin rifugiata, per la terza volta

Michele Giorgio

REPORTAGEDroni, cecchini, reparti speciali di Israele incendiano il campo profughi della città palestinese: è l’operazione «Casa e giardino». Netanyahu: «Avanti». Ma per la stampa il ritiro è iniziato

EDITORIALE

Il palio delle guerre civili nel mondo

Tommaso Di Francesco

CRISI INTERNAZIONALEDoveva scoppiare in Russia, poi è esplosa la crisi francese. Mentre resta strisciante in tante realtà del mondo. Dove emerge il fronte sociale interno, la lotta di classe inevasa

POLITICA

Meloni dall’alleato polacco con la grana von der Leyen

Andrea Colombo

La premier oggi a Varsavia incontra Morawiecki per serrare le file in vista delle europee. Sul tavolo dei due leader il dossier immigrazione. L’italiana sosterrà la richiesta polacca di aumentare i contributi Ue per l’accoglienza dei profughi ucraini

EUROPA

Lilia Hassaine: «Accusano questi giovani di non sentirsi francesi, ma volevano cacciare i loro padri»

Guido Caldiron

L’INTERVISTALa scrittrice e giornalista – autrice di «Sole amaro» per e/o – nata nella periferia di Parigi parla della crisi delle banlieue. «Nel mio romanzo torno sui fatti del ’61 quando gli algerini di Parigi che manifestavano pacificamente per l’indipendenza furono gettati nella Senna. Una vicenda che pesò a lungo sugli algerini in Francia. E ancora per la generazione dei miei genitori, prima di tutto c’era la discrezione, non bisognava farsi notare»

CULTURA

Quaderni per esercitazioni intime

Sabrina Ragucci

FOTOGRAFIAL’editore inglese Mack pubblica «The Artist’s Book», raccogliendo le splendide pagine degli otto libri di Francesca Woodman. «Lavoro con immagini trasparenti sovrapposte. Sento che hanno un senso, il che è un bel cambiamento rispetto alla sensazione di nausea che provo spesso»

SPORT

Diritti tv: la serie A perde appeal

Nicola Sellitti

CALCIOAltri dieci giorni di attesa per scovare l’offerta se non giusta almeno meno umiliante possibile per il calcio italiano. Le buste con le offerte sono state aperte e subito riposte: sui diritti tv del periodo 2024-29 si intravede la perdurante crisi del sistema pallone.

COMMENTI

Silenzio di guerra, se non è l’Ucraina

Andrea Carugati

GUERRA IN PALESTINAStavolta l'”operazione” non è di Putin, ma di Netanyahu e le condanne latitano. Il Pd invoca l’Onu, Conte tace, Fratoianni chiede l’opinione di Tajani. Ma il ministro difende solo la sicurezza di Israele

COMMENTI

Patrick Zaki, il nostro miglior studente

Valeria Parrella

Come si sopravvive al dolore fisico, alla paura, alla cella, come si fa a non uscirne pazzi, a non perdersi, a non giacere immobili, depressi su quel pavimento dove ti vogliono spento?