0 5 minuti 10 mesi

Visita di Modi negli Stati Uniti: perché Washington sta stendendo il tappeto rosso per il primo ministro indiano

  • Pubblicato
Argomenti correlati

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden (R) e il primo ministro indiano Narendra Modi partecipano a un incontro bilaterale nell'Ufficio ovale della Casa Bianca il 24 settembre 2021 a Washington, DC.FONTE IMMAGINE,IMMAGINI GETTY
Didascalia dell’immagine,

La visita negli Stati Uniti del primo ministro indiano Narendra Modi è stata annunciata come un punto di svolta per le relazioni bilaterali

La visita del primo ministro indiano Narendra Modi negli Stati Uniti ha assunto un enorme significato tra i venti contrari economici e geopolitici globali.

La Casa Bianca sta facendo di tutto per dare il benvenuto a Modi: è una visita di stato, il più alto livello di protocollo diplomatico che gli Stati Uniti accordano ai leader in visita. Il signor Modi riceverà un cerimoniale di benvenuto alla Casa Bianca giovedì prima di tenere colloqui diretti con il presidente Joe Biden.

Poi c’è la cena di stato, un incontro con gli amministratori delegati, un discorso a una sessione congiunta del Congresso e discorsi agli indiani-americani, che sono stati momenti salienti delle passate visite di Modi negli Stati Uniti .

Tutto questo per un leader che una volta gli è stato negato il visto per recarsi negli Stati Uniti a causa delle preoccupazioni per i diritti umani – ora gli Stati Uniti vedono Modi come un partner cruciale.

Dietro le cerimonie accuratamente realizzate si celano discussioni che hanno il potenziale non solo di infondere nuova energia nelle relazioni India-USA, ma hanno anche un impatto sull’ordine globale.

L’Indo-Pacifico è dove gli Stati Uniti hanno forse bisogno dell’influenza dell’India più che altrove in questo momento. Gli Stati Uniti hanno a lungo visto l’India come un contrappeso alla crescente influenza della Cina nella regione, ma Delhi non è mai stata del tutto a suo agio con il possesso dell’etichetta.

Potrebbe essere ancora riluttante a farlo, ma la Cina continua a essere uno dei principali catalizzatori che guidano le relazioni India-USA.

Ma l’India non ha evitato di prendere decisioni che infastidiscono la Cina. L’anno scorso ha tenuto un’esercitazione militare con le forze statunitensi nello stato di Uttarakhand, che condivide un confine himalayano con la Cina. Anche Delhi ha continuato a partecipare attivamente al Quad – che comprende anche Stati Uniti, Australia e Giappone – nonostante le rabbiose reazioni di Pechino.

La diplomazia indiana è diventata più risoluta nel dire che questo è il momento del paese sulla scena globale. Ha una buona ragione: l’India è uno dei pochi punti di forza economica del mondo in questo momento. Anche la geopolitica è a suo favore: la maggior parte dei paesi vuole un’alternativa manifatturiera alla Cina e anche l’India ha un mercato enorme con una fiorente classe media. Questo lo rende una buona opzione per i paesi e le aziende globali che perseguono una politica Cina più uno.

Tanvi Madan, direttore di The India Project presso la Brookings Institution di Washington DC, afferma che ciò che conta per gli Stati Uniti è ciò che l’India fa e non ciò che dice pubblicamente sulla Cina.

“Alla fine della giornata, indipendentemente dal fatto che l’India abbia abbracciato pubblicamente o meno l’etichetta, è molto chiaro che i governi indiani hanno visto la relazione degli Stati Uniti tanto utile quanto quella con la Cina”, ha affermato.

Il primo ministro indiano Narendra Modi tiene un incontro con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden (non nella foto) durante il Quad Leaders Summit a Kantei a Tokyo il 24 maggio 2022. (Foto di SAUL LOEB / AFP) (Foto di SAUL LOEB/AFP via Getty Images )FONTE IMMAGINE,IMMAGINI GETTY
Didascalia dell’immagine,

Il signor Modi terrà colloqui con il presidente Biden durante la visita

Michael Kugelman, direttore del South Asia Institute presso il think-tank Wilson Center di Washington, ha aggiunto che i due paesi hanno ora iniziato a “guardarsi negli occhi sul più ampio teatro indo-pacifico”.

“Stiamo iniziando a vedere gli Stati Uniti riconoscere l’importanza delle componenti occidentali della regione dell’Oceano Indiano. Per molti anni, la principale preoccupazione dell’India, per una buona ragione, è stata la regione dell’Oceano Indiano. Mentre per gli Stati Uniti, era il Pacifico e il sud Mar della Cina. Ora esamineranno la sicurezza marittima per la regione”, ha affermato.

La dichiarazione congiunta potrebbe non menzionare direttamente la Cina, ma sarà in cima all’ordine del giorno poiché i due leader discuteranno dei modi per consolidare la loro presenza nell’Indo-Pacifico.

Sorgente: Modi US visit: Why Washington is rolling out the red carpet for Indian PM – BBC News

Please follow and like us:
0
fb-share-icon0
Tweet 20
Pin Share20