0 13 minuti 1 anno

 

Il voto in 595 comuni italiani. Il centrosinistra preoccupato per l’astensione: affluenza al 59%

Primi risultati in diretta dei 595 Comuni al voto. A Brescia è avanti il centrosinistra con la candidata, Laura Castelletti (al 51,87%, 19 sezioni scrutinate su 203). Ad Ancona in vantaggio invece il centrodestra con Daniele Silvetti (al 55,67%, 4 sezioni su 99). Testa a testa a Vicenza tra Giacomo Possamai (Pd, Azione, Europa Verde-Si e civiche) e Francesco Rucco (centrodestra). A Imperia il candidato sindaco più votato è il primo cittadino uscente, l’ex ministro Claudio ScajolaSi è votato in 13 comuni capoluogo, di cui un capoluogo di regione (Ancona) e 12 di provincia (Brescia, Sondrio, Treviso, Vicenza, Imperia, Massa, Pisa, Siena, Terni, Latina, Teramo, Brindisi). L’eventuale turno di ballottaggio è previsto nei giorni 28 e 29 maggio. L’affluenza definitiva è stata del 59,03%, in calo del 2,19% (alle precedenti elezioni fu del 61,22%).

A Imperia Scajola avanti, verso la riconferma

Ad Imperia quando sono dieci le sezioni scrutinate, il candidato sindaco più votato è il primo cittadino uscente Claudio Scajola, con il 59,3% delle preferenze, seguito da Ivan Bracco, candidato di centrosinistra, con 28,2% e Enrico Lauretti, candidato civico, con l’8,3% dei voti.

 

(ansa)

 

 

A Treviso primo Conte, il sindaco leghista uscente

Non c’è gara a Treviso tra il sindaco leghista uscente Mario Conte, che a poco meno del 20% dello scrutinio sopravanza gli altri candidati con il 64,78% delle preferenze. Staccato nettamente, con il 27,35%, è Giorgio De Nardi, imprenditore candidato dal centrosinistra, più lontani gli altri.
Conte vince soprattutto per la lista civica che porta il suo nome, che è il primo partito con il 30,5% delle preferenze, la Lega seconda con il 16,72%. Terzo è il Pd con il 15%, e quarto Fratelli d’Italia con il 12,4%.

Vicenza, prime 10 sezioni. Testa a testa tra centrodestra e centrosinistra

Scrutinate 10 sezioni su 111 a Vicenza. È testa a testa tra Giacomo Possamai, candidato del centrosinistra sostenuto dal Pd e da 4 liste civiche, al 45,81%, e il sindaco uscente Francesco Rucco, sostenuto dal centrodestra, al 44%.

 

Giacomo Possamai
Giacomo Possamai (ansa)

 

Latina, prime 7 sezioni su 116. Avanti il centrodestra

Scrutinate 7 sezioni su 116 a Latina. La candidata del centrodestra Matilde Eleonora Celentano, è al 73,59% mentre il candidato sindaco uscente Damiano Coletta, sostenuto da Pd, Movimento 5 Stelle e due liste civiche, è al 26,41%.

Massa, 6 sezioni su 80. In vantaggio il candiato di Lega e Forza Italia

Secondo i dati del Viminale, a Massa quando sono state scrutinate 6 sezioni su 80, il candidato Francesco Persiani, appoggiato da Lega e Forza Italia, è al 34,87% mentre il candidato del centrosinistra Romolo Enzo Ricci è al 29,80%.

Marco Guidi, sostenuto solo da FdI, è al 20,47%. Il candidato civico Cesare Maria Ragaglini è al 6,20%, menre la candidata di M5s e Unione Popolare Daniela Bennati è al 4,73%.

Ad Ancona, scrutinate 4 sez. su 99, avanti il centrodestra con Silvetti al 55,7%

Risultati provvisori degli scrutini di quattro sezioni su 99 a Ancona dove è in vantaggio Daniele Silvetti, candidato del centrodestra al 55,7%. La rivale Ida Simonella, sostenuta da Pd e Azione, è al 28,97%.

 

 

A Brescia con le prime 19 sezioni (su 203) avanti il centrosinistra

Quando sono state scrutinate 19 sezioni su 203, a Brescia è in vantaggio la candidata del centrosinistra, Laura Castelletti, espressione dell’amministrazione uscente guidata per dieci anni da Emilio Del Bono. Castelletti è al 51,87%, Fabio Rolfi, candidato del centrodestra, è al 45,19%.

Ad Ancona scrutinata 1 sezione su 99: avanti il centrodestra con Silvetti al 51,3%

Secondo i dati del Viminale, quando è stata scrutinata una sezione su 99, alle elezioni comunali ad Ancona, è in testa Daniele Silvetti, candidato sindaco del centrodestra, con il 51,3% mentre Ida Simonella, candidata del centrosinistra è al 31,82%. Enrico Sparapani del Movimento 5 Stelle è al 6,49% a parimerito con Francesco Rubini Filogna, sostenuto dalle liste civiche Altra idea di città e Ancona città aperta.

 

Giuseppe Ferbino eletto sindaco di Varco Sabino (Lazio)

Giuseppe Adamo Camillo Gerbino, alla guida della lista civica Varco nel Futuro, è stato eletto sindaco di Varco Sabino (Lazio) con l’86,36% dei voti (95).

Scattano la foto alla scheda elettorale in cambina: due denunciati nel Napoletano

Due persone sono state denunciate dai carabinieri a Qualiano per aver fotografato la scheda elettorale all’interno della cabina. Il primo caso riguarda una 62enne incensurata del posto: i militari, avvisati dal presidente della sezione elettorale nell’istituto scolastico Santa Chiara, hanno sequestrato il cellulare della donna che aveva scattato la foto della propria preferenza, facendosi però notare dal suono del telefono nel momento in cui ha scattato la foto. In un’altra scuola sempre a Qualiano un 59enne è stato invece “tradito” dal flash che ha illuminato la cabina elettorale mentre scattava la foto. Il presidente della sezione lo ha notato allertando i carabinieri, che hanno sequestrato il telefono dell’uomo al cui interno era salvata la foto della scheda.

 

 

 

Comunali, affluenza definitiva al 59,03%

L’affluenza definitiva alle elezioni Comunali si attesta al 59,03%, in calo di 2 punti rispetto al 61,22% delle passate amministrative. In totale sono 595 i Comuni andati al voto in questa tornata. Gli eventuali ballottaggi sono in programma il 28 e 29 maggio. Il 21 maggio, invece, si voterà in Trentino Alto Adige e Valle d’Aosta, e la settimana successiva – il 28 e 29 maggio – in Sardegna e Sicilia con ballottaggi l’11 e 12 giugno. in Friuli Venezia Giulia si è già votato il 2 e 3 aprile scorsi.

A Falconara scrutinata la prima sezione su 27

Falconara scrutinata la prima sezione su 27. Stefania Signorini (lista civica) è in vantaggio per la riconferma.

A Siena scrutinate le prime 3 sezioni su 50: centrosinistra avanti

Centrosinistra avanti a Siena, dove sono state scrutinate le prima tre sezioni su 50. Anna Ferretti, candidata del Pd, è al 40,7%. La rivale del centrodestra, Nicoletta Fabio, è al 25,4.

Scrutinata la prima sezione su 80 a Brindisi

Scrutinata la prima sezione su 80 anche a Brindisi, in Puglia.

A Imperia iniziato lo spoglio: scrutinata la prima sezione su 11

Anche a Imperia, in Liguria, è iniziato lo spoglio. Scrutinata la prima sezione su 44.

A Sondrio scrutinata la prima sezione su 21

Scrutinata la prima sezione su 21 anche a Sondrio in Lombardia.

A Treviso scrutinata la prima sezione su 77

Al via lo spoglio dei Comuni superiori. A Treviso, in Veneto, è stata scrutinata la prima sezione su 77.

A Sarzana scrutinata la prima sezione su 25

Iniziato lo spoglio dei Comuni superiori. A Sarzana, in Liguria, è stata scrutinata la prima sezione su 25.

In Liguria affluenza definitiva al 60,42%

Affluenza definitiva al 60,42% in Liguria, per questa due giorni elettorale, leggermente sotto quella che si annuncia essere la media nazionale. Sono 23 i comuni chiamati a eleggere il proprio primo cittadino, per un totale di quasi 147.000 Aventi diritto. Unico capoluogo di provincia al voto è Imperia (affluenza al 62,79%), a cui si affiancano altre quattro cittadine con più di 15.000 Abitanti e che potrebbero andare al ballottaggio: Ventimiglia (affluenza al 57,37%), Sestri Levante (59,41%) e Sarzana (64,4%).

 

Ad Ancona affluenza al 54,95%, un soffio sopra a quella precedente

Ad Ancona l’affluenza per le elezioni comunali ha superato di un soffio quella della precedente tornata elettorale: 54,95% contro il 54,60%. Resta invece leggermente sotto il precedente, l’affluenza degli elettori alle urne nella provincia di Ancona (55,51% contro il precedente 56,61%) dove, oltre al capoluogo di regione, vanno al voto altri cinque comuni (Chiaravalle, Falconara Marittima, Maiolati Spontini, Morro d’Alba e Ostra Vetere). A livello regionale, per il totale dei 15 comuni, ha votato il 57,01% degli aventi diritto, quasi due punti sotto le precedenti elezioni (58,76%). Si vota in Comuni sopra i 15mila abitanti, oltre che ad Ancona, a Falconara Marittima, Porto Sant’Elpidio e Grottammare. Per altri 11 Comuni voto con turno unico.

A Massa affluenza definitiva al 60,29%

È pari al 60,29% dei votanti il dato finale, relativo a tutte e 80 le sezioni, dell’affluenza alle urne a Massa (Massa Carrara) per le elezioni comunali secondo quanto si apprende dal sito del Comune.
Rispetto alle precedenti amministrative del 2018, quando si votò solo di domenica, l’affluenza è in calo di circa 2 punti percentuali: 5 anni fa si recarono a votare il 62,45% degli aventi diritto. A Massa sono otto i candidati in corsa per la carica di sindaco.

A Fiumicino ha votato il 53,37% degli elettori

Ad urne chiuse alle 15, è stata del 53,37 per cento la percentuale definitiva dei votanti per le elezioni comunali di Fiumicino. In tutto, nei 59 seggi, hanno votato 33.603 elettori su un totale di 62.962 aventi diritto. Nelle precedenti elezioni amministrative del giugno 2018, quando si votò in un solo giorno, la percentuale dei votanti si attestò al 55,51 per cento per un totale di 33.043 elettori.

In Emilia Romagna affluenza in calo di quasi cinque punti

Cala di circa cinque punti percentuali l’affluenza alle urne nei 21 Comuni (19 dei quali sotto i 15mila abitanti) coinvolti dalle elezioni comunali. In totale ha votato il 56,53% degli aventi diritto, rispetto al 61,16% delle scorse consultazioni. Due i Comuni principali, sopra i 15mila abitanti, dove se nessun candidato dovesse raggiungere il 50% si andrà al ballottaggio il 28 e 29 maggio. A Correggio il calo dell’affluenza è di oltre il 12%, attestandosi al 59,45%. A Salsomaggiore invece l’affluenza è più bassa, ma il calo più contenuto: 54,08% (-1,06%). La chiusura delle urne dà subito un primo responso: a Sarsina (Forlì-Cesena) ha votato il 66,86%: l’unico candidato, Enrico Cangini, risulta così automaticamente eletto avendo superato il 40% dei votanti.

A Siena affluenza al 63,8%

Quando sono arrivati i dati da tutte le sezioni (50 su 50), a Siena l’affluenza alle urne, alla chiusura di oggi alle15, risulta del 63,82%. Ieri sera alle 23 l’affluenza registrata era al 51,6%. Alle precedenti elezioni comunali del 2018, Siena aveva registrato un’affluenza del 63,08%.

Dato parziale, l’affluenza al 59%

L’affluenza alle elezioni comunali, con le urne chiuse alle 15 e ad oltre la metà del rilevamento dei seggi giunto al Viminale, si attesta al 59%, allo stato in calo di tre punti rispetto al 62% delle precedenti amministrative.

Urne chiuse, al via lo spoglio

Urne chiuse alle consultazioni elettorali amministrative per l’elezione dei sindaci e dei consigli comunali. Al via ora lo spoglio in 595 comuni, tra cui 13 comuni capoluogo, di cui un capoluogo di Regione (Ancona) e 12 capoluoghi di provincia (Brescia, Sondrio, Treviso, Vicenza, Imperia, Massa, Pisa, Siena, Terni, Latina, Teramo, Brindisi). L’eventuale turno di ballottaggio avrà luogo nei giorni 28 e 29 maggio 2023.

Basilicata, sindaco di Forenza può festeggiare a urne aperte

Aveva ampiamente superato il quorum del 40% già nella giornata di ieri (affluenza al 52,75% registrata domenica 14 maggio alle 23) e, quindi, può virtualmente già festeggiare Francesco Mastrandrea, sindaco uscente e unico candidato a Forenza, piccolo comune di poco meno di 1.875 abitanti in provincia di Potenza. Le urne, per i 1.566 elettori del comune, resteranno aperte fino alle 15 di oggi.

Castellone (M5S): “Poca partecipazione, avvicinare cittadini e istituzioni”

“Queste elezioni amministrative confermano la poca partecipazione al voto, sintomo del distacco tra cittadini ed istituzioni. Per invertire la rotta bisogna partire dall’ascolto e coinvolgere i cittadini, soprattutto i giovani, a prendere parte alla vita della propria comunità, perché confrontarsi con chi vive i problemi dei nostri territori vuol dire trovare soluzioni che siano costruite assieme e quindi condivise”. Lo ha detto la vicepresidente del Senato ed esponente pentastellata Maria Domenica Castellone.

Pd: “Ci sono segnali positivi, male astensione”

“Abbiamo in campo candidature forti e radicate, capaci di confermare buone stagioni di governo come a Brescia e di cambiare volto a cattive gestioni” del centrodestra. “Ci sono segnali positivi anche se l’astensione è un dato negativo per tutti”. Così la capogruppo Pd alla Camera, Chiara Braga, a Radio Immagina.

Renzi: “Affluenza non alta e scarso interesse mediatico”

“Si è votato anche in Italia per le amministrative: affluenza non altissima, scarso interesse mediatico. Vedremo i risultati da stasera”. Così Matteo Renzi nella enews.

Alle 7 aperti i seggi, chiuderanno alle ore 15

 

(fotogramma)

Hanno aperto stamane alle ore 7 i seggi per l’elezione dei sindaci in 595 regioni a statuto ordinario. Chiuderanno alle ore 15 e subito dopo inizierà lo spoglio delle schede.

Sorgente: Elezioni comunali 2023: i risultati in diretta – la Repubblica