Draghi: “Aiuti per 28 milioni di italiani, bonus da 200 euro”

3 Maggio 2022 0 Di Luna Rossa

“Noi intendiamo fare tutto quello che è necessario. Rinnoviamo per altri due mesi il taglio delle accise su benzina e gasolio”, dice il premier in conferenza stampa dopo la riunione del Cdm. “Le parole di Lavrov sono state aberranti e oscene”

Il Consiglio dei ministri ha varato stasera (ieri sera ndr) un decreto legge da 14 miliardi che sosterrà il reddito di 28 milioni di italiani. Per i pensionati e i dipendenti sotto i 35mila euro di reddito ci sarà un bonus di 200 euro. Il taglio delle accise sui carburanti di 25 centesimi/litro è prorogato fino all’8 luglio. Gli interventi contro il caro energia per 5,2 milioni di famiglie sono prorogati di tre mesi. Lo afferma il presidente del Consiglio, Mario Draghi, n conferenza stampa al termine del Cdmi dedicato al decreto legge sugli aiuti per imprese e famiglie per fronteggiare gli effetti della crisi ucraina.

Complessivamente sulla crisi ucraina, il governo ha già stanziato circa 30 miliardi di euro, di cui 14 stasera. Non ci sarà uno scostamento di bilancio. I 143 miliardi saranno anche finanziati “con un incremento” della tassazione sugli extra profitti.

Con il decreto aiuti il governo testimonia la “vicinanza a tutti gli italiani. Le decisioni di oggi rappresentano bene la determinazione del governo. È il senso del governo stesso”, ha aggiunto Draghi.

“L’impegno del governo nel sostenere l’economia, le famiglie e le imprese non diminuisce. Resta intenso, determinato, deciso come prima. L’incertezza resta molto forte, quindi noi intendiamo fare tutto quello che è necessario. I provvedimenti di oggi valgono 14 miliardi che si aggiungono ai 15,5 miliardi dei provvedimenti precedenti. L’abbiamo fatto senza ricorrere a scostamenti di bilancio”.

L’inflazione può certamente frenare la ripresa”, dice il premier. Draghi ricorda che l’inflazione dipende dal costo dell’energia, aumentato per il conflitto ucraino. “Sono situazioni temporanee che vanno affrontate con strumenti eccezionali senza i quali – dice il premier – si rischia di creare condizioni permanenti di debolezza economica e di povertà”.

“Ad aprile il tasso inflazione è stato al 6,2%, in leggero calo rispetto a marzo ma ai livelli più alti degli ultimi 30 anni. Questa accelerazione dei prezzi dipende in grandissima parte dai prezzi dell’energia, questo significa che queste sono situazione temporanee e vanno affrontate con strumenti eccezionali altrimenti finiscono per indebolire l’economia, aumentare la povertà e creare condizioni permanenti di debolezza economica e povertà”.

“Il provvedimento si estende in molte aree: approviamo liberalizzazioni, riforme nel settore delle energie rinnovabili, che ci permettono di accelerare la transizione ecologica, di fare quello scatto negli investimenti nelle rinnovabili, che contribuiranno a renderci più indipendenti dal gas russo”.

“Rinnoviamo per altri due mesi il taglio delle accise su benzina e gasolio, e per altri tre mesi rinnoviamo l’intervento sociale per i più poveri, che continuano ad essere protetti dai rincari dell’energia. Estendiamo i crediti d’imposta per le aziende a maggior intensità di gas ed elettricità. Adeguiamo i prezzi nei contratti d’appalto”.

“Creiamo un fondo per le imprese che hanno sofferto di più per i danni della guerra e ristoriamo gli enti locali per i costi che stanno affrontando approviamo un importante provvedimento di sostegno ai redditi di 28 milioni di italiani tra pensionati, lavoratori dipendenti e autonomi”.

“Le parole di Lavrov sono state aberranti e oscene”

“Intervista a Lavrov? Parliamo di un paese, l’Italia,  dove c’è libertà di espressione, questo paese permette di esprimere le proprie opinioni liberamente anche quando sono palesemente false e aberranti, il mio giudizio è che quello che ha detto Lavror è aberrante, e su quanto detto su Hitler è stato osceno”. Lo ha detto Draghi, nel corso della conferenza stampa al termine del Cdm. “Non è stata un’intervista, non c’è stato un contraddittorio, non è un gran che professionalmente e fa venire strane idee” ha aggiunto.

“Supereremo il disaccordo con M5s2

“I ministri M5s non hanno partecipato al voto sul dl aiuti” per la norma sull’inceneritore. “Siamo dispiaciuti. È un disaccordo che cercheremo di superare in qualche modo”.

Franco: “Prelievo su extra profitti al 25%”

Il prelievo sugli extra-profitti delle imprese che hanno beneficiato del caro-energia sale dal 10 al 25%. La somma, ha spiegato il ministro dell’Economia, Daniele Franco, servirà a finanziare i 6 miliardi di euro stanziati nel Dl Aiuti per varare un bonus da 200 euro a favore di lavoratori dipendenti e pensionati con reddito fino a 35.000 euro.

Il Dl Aiuti destina 8 miliardi di euro a una serie di interventi che vanno dalle misure contro il caro-energia energetici alla revisione dei prezzi delle opere pubbliche a contributi agli enti locali fino alle imprese più colpite dalle conseguenze della guerra in ucraina e ai profughi. La cifra è finanziata “in larga parte con i margini individuati nel fed” come differenza fra l’obiettivo e il tendenziale, e per la parte restante attraverso una rimodulazione del fondo sviluppo e coesione.

Cingolani: “Nel 2024 indipendenti dal gas russo”

Il pacchetto energia comprende anche “una norma sui rigassificatori, molto importante che nella metà del 2024 ci consentirà di essere virtualmente indipendenti dal gas russo”. Lo ha detto il ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, in conferenza stampa dopo il Cdm, spiegando che “dovremmo aumentare la nostra capacità di rigassificazione, per fare questo dobbiamo essere in grado all’inizio del prossimo anno di installare il primo rigassificatore che sarà galleggiante, non strutture permanenti, servirà per il periodo necessario”. Il ministro ha aggiunto che “ce ne saranno due, uno ad inizio 2023 e l’altro possibilmente a fine 2023”. Ma “per avere tempi così brevi serve un commissario e una procedura rapida per poter fare questa operazione e da questo dipende il nostro cammino verso l’indipendenza” infatti “l’obiettivo primario è trovare sorgenti di gas e rimpiazzare i 29 miliardi di metri cubi che al momento sono importati dalla Russia”.

Orlando: “Fondo bus-metro per studenti e lavoratori”

Il bonus contro l’inflazione “interviene sulle fasce più deboli di pensionati e lavoratori, riequilibrandoli rispetto allo choc che la crisi ha avuto e rispetto ai sovraprofitti. è prevista un’estensione, con esito sociale positivo, della platea delle persone beneficiarie del bonus energia con le famiglie numerose e aggiungo che è previsto un fondo per un supporto a studenti e lavoratori sui trasporto pubblici che consente uno sconto sugli abbonamenti e questo attenua l’effetto sui salari più bassi”: lo ha detto il ministro del Lavoro, Andrea Orlando al termine del Cdm.

Giorgetti:. “Salvini a Mosca? Non mi risulta, da coordinare con il governo”

“Salvini è animato da sincere intenzioni pacifiste, ma non mi risulta che sia in programma un viaggio di questo tipo a Mosca…”, dice il ministro dello Sviluppo Giancarlo Giorgetti, in conferenza stampa. Quindi aggiunge: “Credo che queste dichiarazioni richiedano grande prudenza e debbano essere coordinate con il governo che la Lega sostiene. Si chiarirà questa dichiarazione di Salvini. Mi sembra da valutare con grande prudenza”.

Sorgente: Draghi: “Aiuti per 28 milioni di italiani, bonus da 200 euro”