Alleanza militare occidentale per lavorare sulle armi ipersoniche — RT World News

Alleanza militare occidentale per lavorare sulle armi ipersoniche — RT World News

6 Aprile 2022 0 Di ken sharo

La mossa potrebbe provocare conflitti in altre parti del mondo, simili a quelli in Ucraina, ha avvertito la Cina
Alleanza militare occidentale per lavorare sulle armi ipersoniche

Australia, Regno Unito e Stati Uniti amplieranno la loro cooperazione nell’ambito del patto trilaterale AUKUS per includere anche le tecnologie ipersoniche, ha affermato martedì il governo britannico in una dichiarazione.

La Cina si è affrettata a condannare l’annuncio, con l’inviato delle Nazioni Unite di Pechino Zhang Jun che ha avvertito che potrebbe “portare le altre parti del mondo in una crisi” come quella attualmente in corso in Ucraina.

Riferendosi al rifiuto occidentale dell’operazione militare russa, Zhang ha dato alcuni consigli agli Stati Uniti e ai loro alleati, citando un vecchio detto cinese: “Se non ti piace, non imporlo agli altri”.

I leader di Australia, Regno Unito e Stati Uniti hanno valutato i progressi compiuti finora nell’ambito dell’accordo AUKUS, dicendo che ne erano “soddisfatti” , ha affermato il governo del Regno Unito.

Non ha rivelato alcun dettaglio specifico, sottolineando solo che la Gran Bretagna e l’America erano “pienamente impegnate a stabilire un approccio solido alla condivisione della tecnologia di propulsione navale con l’Australia che rafforzi il regime globale di non proliferazione”.

La Russia lancia missili ipersonici in Ucraina

Per saperne di più

La Russia lancia missili ipersonici in Ucraina

Ma si scopre che la partnership non sarà limitata ai soli sottomarini, poiché i membri dell’AUKUS “si sono impegnati oggi ad avviare una nuova cooperazione trilaterale su ipersonici e contro-ipersonici… e ad approfondire la cooperazione sull’innovazione della difesa”, secondo la dichiarazione.

Ciò si aggiungerà al programma ipersonico bilaterale già esistente tra gli Stati Uniti e l’Australia chiamato SCIFiRE (Southern Cross Integrated Flight Research Experiment).

Il vice primo ministro australiano Barnaby Joyce ha affermato che gli sviluppi ipersonici della Cina hanno creato una “minaccia esistenziale” per l’Australia, insistendo sul fatto che “dobbiamo assicurarci di essere al top del nostro gioco”.

Anche il tesoriere federale Josh Frydenberg ha accolto con favore l’espansione della cooperazione AUKUS, ma non ha saputo dire quando esattamente Canberra avrebbe ricevuto i suoi missili ipersonici. Sarebbero arrivati ​​”non appena fosse possibile”, ha detto.

Il patto AUKUS, che è in gran parte visto come una strategia per contrastare la crescente influenza della Cina nel Pacifico, è stato annunciato da Canberra, Londra e Washington nel settembre dello scorso anno con l’obiettivo di armare l’Australia con una flotta di sottomarini a propulsione nucleare. All’epoca, Pechino denunciò l’accordo, sostenendo che stava facendo deragliare la pace nella regione.

Gli Stati Uniti e i loro alleati della NATO sono dietro la Russia e la Cina quando si tratta di armi ipersoniche, che si ritiene siano fuori dalla portata di qualsiasi sistema di difesa aerea a causa della loro velocità estrema e dell’elevata manovrabilità.

Missile ipersonico testato segretamente negli Stati Uniti - media

Per saperne di più

Missile ipersonico testato segretamente negli Stati Uniti – media

Washington sta testando solo queste tecnologie, con l’ultimo lancio come parte del programma Hypersonic Air-breathing Weapon Concept (HAWC) che avverrà a metà marzo.

Nel frattempo, la Russia ha già utilizzato i suoi missili ipersonici Kinzhal lanciati dall’aria per distruggere obiettivi durante la sua operazione militare in corso in Ucraina. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha reagito alla notizia dicendo che la tecnologia ipersonica “non fa… molta differenza, tranne che è quasi impossibile da intercettare”.

Kinzhal è solo uno dei numerosi sistemi ipersonici sviluppati per l’esercito russo negli ultimi anni, insieme all’aliante Avangard, che è montato su missili balistici intercontinentali basati su silo, e ai missili Zircon (Tsirkon), sviluppati per la marina.

Gli americani erano anche preoccupati per il test ipersonico cinese nel luglio 2021, con il capo del comando strategico statunitense, l’ammiraglio Charles Richard, che ha affermato in una testimonianza al Congresso all’inizio di questa settimana che il missile di Pechino aveva percorso circa 40.000 chilometri in poco più di 100 minuti, che divenne ” la distanza più grande e il tempo di volo più lungo di qualsiasi sistema d’arma di attacco terrestre di qualsiasi nazione fino ad oggi”.

Sorgente: Alleanza militare occidentale per lavorare sulle armi ipersoniche — RT World News