Rientro a scuola, cosa fanno gli altri: Usa, Uk, Germania, Olanda e Francia riaprono, ma con nuove misure e test (spesso gratuiti) a tappeto – Il Fatto Quotidiano

Rientro a scuola, cosa fanno gli altri: Usa, Uk, Germania, Olanda e Francia riaprono, ma con nuove misure e test (spesso gratuiti) a tappeto – Il Fatto Quotidiano

4 Gennaio 2022 0 Di ken sharo

Mentre in Italia il dibattito sul ritorno in classe dopo le festività natalizie è tutt’altro che chiuso (anche se il governo ha confermato la riapertura del 10), negli altri Paesi d’Europa e del mondo la situazione sembra più fluida, anche se in assenza di una linea comune nelle decisioni dei vari governi. Ad ogni modo, si va all’obbligo di mascherina all’aumento dei test settimanali, passando per misure più drastiche, come rinvii dell’apertura o didattica a distanza. Il tutto tra i timori di famiglie e insegnanti per il dilagare della variante Omicron.

Germania – Sono ricominciate oggi in presenza le lezioni dopo la fine delle vacanze natalizie nei Laender di Berlino, Brandeburgo, Meclemburgo Pomerania, Sassonia, Renania Palatinato e da domani anche in Saarland e da mercoledì Amburgo. Nei Laender particolarmente colpiti dalla quarta ondata di covid, come la Turingia e il Baden-Wuerrtemberg le riaperture delle scuole sono a macchia di leopardo. In Turingia si riprenderà con le lezioni a distanza per i primi due giorni di scuola e poi ogni scuola deciderà come proseguire. Il Baden-Wuerttemberg – altro Land del Sud duramente colpito dai contagi – deciderà dopo la conferenza dei ministri dell’istruzione dei Laender mercoledì come ritornare a lezione. La Baviera dovrebbe ricominciare la scuola il 10 gennaio e questo permette al Land di prendere una decisione aggiornata con i dati del contagio in arrivo nei prossimi giorni. A Berlino per tutta la prima settimana di scuola i bambini saranno sottoposti a test-covid antigenici quotidiani.

Olanda – Le scuole olandesi riapriranno la prossima settimana come previsto dopo una vacanza di Natale più lunga del solito nonostante l’aumento delle infezioni alimentate dalla variante Omicron. Lo ha annunciato il governo. Il 19 dicembre, i Paesi Bassi hanno imposto alcune delle restrizioni più dure in Europa per frenare la rapida diffusione dell’Omicron, chiudendo le scuole per tre settimane e tutti i negozi non essenziali, i luoghi culturali e di intrattenimento fino al 14 gennaio. “La riapertura è responsabile”, ha affermato il ministero dell’Istruzione olandese, citando il team di gestione dell’epidemia del paese, che consiglia il governo sulla gestione della pandemia di Covid-19. Mentre le scuole primarie e medie riapriranno il 10 gennaio, gli istituti di istruzione superiore saranno limitati ai corsi online “a causa dell’aumento del numero di infezioni in questa fascia di età”, ha aggiunto il ministero dell’Istruzione. Gli adolescenti di età pari o inferiore a 17 anni potranno nuovamente praticare sport all’aperto fino alle 20 della prossima settimana, quando la situazione sarà nuovamente valutata. L’Istituto nazionale olandese di sanità pubblica ha dichiarato che i casi positivi di coronavirus sono in aumento, principalmente perché il ceppo Omicron, più infettivo, è ora dominante. Circa 14.623 persone sono risultate positive nelle ultime 24 ore, rispetto alle 11.440 di una settimana prima, con il tasso medio di infezione in aumento per il sesto giorno consecutivo.

Sorgente: Rientro a scuola, cosa fanno gli altri: Usa, Uk, Germania, Olanda e Francia riaprono, ma con nuove misure e test (spesso gratuiti) a tappeto – Il Fatto Quotidiano