0 2 minuti 3 anni

Un tampone salivare con esito negativo non è sufficiente per ottenere il green pass, almeno per il momento. Due emendamenti al decreto Green Pass approvati in Commissione Affari Sociali alla Camera prevedono che la certificazione verde venga estesa anche a chi si è sottoposto, con esito negativo, ad un tampone salivare. La norma, però, non è ancora entrata in vigore: si dovrà attendere la conversione in legge del decreto da parte di entrambi i rami del Parlamento, che dovrebbe arrivare entro il 23 settembre, data di scadenza del provvedimento del governo. Cos’è il tampone salivare?Si tratta di un test che si basa sulla raccolta di saliva per rilevare la presenza di Covid-19 nell’organismo. Il test è molto più facile da eseguire, non essendo invasivo. Per questo ne viene suggerito l’utilizzo a coloro che si sottopongono spesso a test per motivi di lavoro ma anche ai bambini, più ‘resistenti’ ai test nasofaringei (quelli che entrano nel naso).

Sorgente: Tampone salivare, il Green Pass si potrà ottenere anche così. Come funziona? | L’HuffPost