Lavoro,  9 morti in tre giorni

Lavoro, 9 morti in tre giorni

15 Luglio 2021 0 Di marco zinno

Muore operaio in una Fabbrica della Marcegalia

 http://cadutisullavoro.blogspot.it

 

RAVENNA  15 luglio. Tragico Infortunio Alla Marcegalia.  Muore operaio

E’ rimasto schiacciato da un coil. Sul posto 118, carabinieri e Medicina del lavor

Ravenna, 15 luglio 2021 – Tragico infortunio questa mattina allo stabilimento Marcegaglia di via Baiona. Nell’infortunio mortale sul lavoro è morto un operaio di 63 anni (al quale è stato rubato il diritto alla pensione dalla politica) era dipendente di una ditta esterna. Il sindacato vuole farsi carico di questi lavoratori che sono anche per loro di serie B, non avendo gli stessi diritti dei dipendenti diretti dell’azienda stessa?

Erano circa le 9.10 quando il lavoratore è rimasto schiacciato da un coil, una grande bobina per vari impieghi. Immediatamente è scattato l’allarme con l’arrivo sul posto dei sanitari del 118 con un’ambulanza e un’auto con medico a bordo. Nel luogo dell’infortunio sono arrivati anche i carabinieri e i tecnici della Medicina del lavoro dell’Ausl Romagna.

Il sindacato deve tutelare tutti quei lavoratori che svolgono lavori all’interno dell’azienda pur non essendo dipendenti.

 

Muore a 68 anni travolto dal furgone che stava scaricando col carroattrezzi

 Peschiera Borromeo, 14 luglio 2021 – Intorno alle ore 14.10 di oggi, in una officina sita nella strada comunale della Bellaria, un meccanico di 68 anni, mentre scaricava un furgone da un carroattrezzi, è rimasto travolto e schiacciato dal mezzo. Inutili i soccorsi dei sanitari del 118 giunti anche con l’elisoccorso da Bergamo, per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

mercoledì 14 luglio 2021

 

Lavoravano tutti e tre in nero gli edili morti sui luoghi di lavoro. Uno sconosciuto all’Inail, gli altri due sono morti il “primo giorno di lavoro” che come tutti sappiamo sono lavoratori che lavoravano in nero. Muore il 100esimo agricoltore schiacciato dal trattore dall’inizio dell’anno.

 È incredibile sapere che le ultime vittime in edilizia sono lavoratori morti in nero: senza copertura assicurativa e ovviamente senza nessuna rispetto delle normative sulla Sicurezza sul lavoro, purtroppo tutti e tre sono morti in province del sud d’Italia. Ma tanti anche al centro/nord muoiono in nero. Tra l’altro questi lavoratori spariscono dalle statistiche perché non hanno assicurazioni INAIL. Insomma sono fantasmi anche da morti. Come sono fantasmi sociali anche quasi tutti i 100  agricoltori morti dall’inizio dell’anno. Gli ultimi due schiacciato dal trattore negli ultimi due giorni nelle province di Verona e Avellino.

martedì 13 luglio 2021

Altri due lavoratori morti il 12 luglio: muore edile a Mondello di Palermo. Muore schiacciato dal trattore aVerona

 Vincenzo Ribaudo è morto cadendo da un’impalcatura  a Mondello di Palermo: è morto all’ospedale di Palermo dopo poche ore.

Nella provincia di Verona è morto il 99esimo agricoltore schiacciato dal trattore in Italia dall’inizio dell’anno

lunedì 12 luglio 2021

 

Madre e figlio moldavi muoiono in un panificio per le esalazioni di monossidio di carbonio. Muore giovane di 29 anni del Togo annegato in una vasca per l’irrigazione.

 Intervento inutile dei soccorritori stamattina a Torre Mondovì per una probabile intossicazione da monossido di carbonio. Nella panetteria di un italiano madre di 79 anni e figlio di 47 sono morti per le esalazioni di gas. La tragedia è avvenuto nel laboratorio della panetteria, dove sono giunti gli operatori del 118, con l’aiuto dei vigili del fuoco del distaccamento di Mondovì. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e i tecnici dello Spresal che stanno indagando su quanto avvenuto. Muore annegato giovane del Togo in una vasca di contenimento acqua per l’irrigazione.

Sorgente: “Morti bianche” opera di Carlo Soricelli

Spread the love
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •