Arrestati in Francia 7 ex membri delle Brigate Rosse: c’è anche Giorgio Pietrostefani – Il Secolo XIX

Arrestati in Francia 7 ex membri delle Brigate Rosse: c’è anche Giorgio Pietrostefani – Il Secolo XIX

28 Aprile 2021 0 Di marco zinno

Sette ex membri delle Brigate Rosse, accusati in Italia di atti di terrorismo commessi negli anni ’70 e ’80, sono stati arrestati questa mattina in Francia, su richiesta dell’Italia. Altri tre sono ricercati nell’ambito dell’operazione ‘Ombre rosse’, così è stato chiamato dalle autorità francesi e italiane il dossier. Dei 7 fermati, quattro hanno una condanna all’ergastolo: Roberta Capelli, Marina Petrella, Sergio Tornaghi – tutti e tre ex appartenenti alle Brigate Rosse – e Narciso Manenti, dei Nuclei armati contro potere territoriale. Per Giovanni Alimonti ed Enzo Calvitti, anche loro delle Br, la pena da scontare è rispettivamente 11 anni, 6 mesi e 9 giorni e 18 anni, 7 mesi e 25 giorni. Giorgio Pietrostefani, fondatore di Lotta Continua e condannato a 22 anni per l’omicidio Calabresi, deve ancora scontare una pena di 14 anni, 2 mesi e 11 giorni.

Tutti arrestati a Parigi, sono in attesa di essere presentati al giudice per la comunicazione della richiesta di estradizione da parte dell’Italia. I tre brigatisti in fuga sono Luigi Bergamin, Maurizio Di Marzio e Raffaele Ventura. Il blitz è scattato a pochi giorni proprio dalla prescrizione dei reati a carico di Bergamin (uno degli ideologi del PAC, il gruppo armato in cui aveva militati Cesare Battisti, condannato per due omicidi) e Di Marzio, che partecipò al sequestro del poliziotto Nicola Simone.

 

L’operazione è stata condotta dall’Antiterrorismo della polizia nazionale francese (Sdat) in collaborazione con il Servizio di cooperazione internazionale della Criminalpol e con l’Antiterrorismo della Polizia italiana e con l’esperto per la sicurezza della polizia italiana nella capitale francese.

Sorgente: Arrestati in Francia 7 ex membri delle Brigate Rosse: c’è anche Giorgio Pietrostefani – Il Secolo XIX

Spread the love
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •