Unione Inquilini – Non c’è più tempo da perdere!

Unione Inquilini – Non c’è più tempo da perdere!

4 Marzo 2021 0 Di marco zinno

Unione Inquilini – Segreteria Nazionale
Roma 4 marzo 2021

Istat, Povertà: “Istat ci consegna fotografia drammatica dell’Italia, necessari interventi strutturali e tra questi si deve finanziare con il recovery fund e con i fondi europei 2021-2027, un piano pluriennale di edilizia residenziale pubblica a canone sociale, che deve essere visto come una infrastruttura sociale strategica, non una spesa ma un investimento”

Dichiarazione di Massimo Pasquini, Segretario nazionale Unione Inquilini.

“Il quadro della povertà in Italia che ci consegna l’Istat è sconfortante: 1 milione di persone in più in povertà assoluta nel 2020, 335 mila famiglie in povertà assoluta in più, rispetto al 2020, si tratta di una povertà assoluta, da record dal 2005. Picchia duro la crisi, e picchia ancora più forte sugli inquilini in affitto.
Non bastavano le 50/60.000 sentenze di sfratto annuali negli anni precedenti al 2020. Ora il costo casa incide notevolmente sulla povertà e sta diventando elemento determinante della precarietà abitativa e per gli sfratti.
In Italia abbiamo una occasione storica per affrontare le vecchie e le nuove povertà. Si devono abbandonare le politiche liberiste degli ultimi decenni che hanno prodotto guasti sotto gli occhi di tutti. Si devono utilizzare le risorse del Recovery fund, le risorse dell’Unione europea 2021-2027 e 980 milioni di fondi ex gescal ancora oggi non utilizzati per realizzare un piano pluriennale di edilizia residenziale pubblica a canone sociale, che consenta senza consumo di suolo di realizzare almeno 500.000 ulteriori case popolari. Il Governo e la politica deve individuare il piano di edilizia residenziale pubblica a canone sociale come uno strumento essenziale di contrasto alla povertà e di coesione sociale.
L’edilizia residenziale pubblica a canone sociale deve essere vista come una infrastruttura sociale necessaria, un investimento non una spesa.
Non c’è più tempo da perdere. “

Spread the love
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •