il manifesto del 22.01.2021 – il manifesto

il manifesto del 22.01.2021 – il manifesto

22 Gennaio 2021 0 Di luna_rossa

Il tribunale di Roma condanna il Viminale per i respingimenti al confine italo-sloveno. Per il giudice che ha accolto il ricorso di un profugo pachistano «sono illegittimi». In Bosnia il dramma umanitario di migliaia di migranti abbandonati al gelo in una ex fabbrica al confine con la Croazia

Bonafede può rinviare la conta in aula

Andrea Fabozzi

Il ministro studia come disinnescare la mina dei renziani sulla maggioranza. Voto a rischio previsto mercoledì prossimo, è possibile però uno slittamento. Ma c’è il nodo prescrizione dietro l’angolo, già nel Milleproroghe

EUROPA

Ue nel panico, il costo della sesta dose

Anna Maria Merlo

Pfizer si barrica giuridicamente per la riduzione delle consegne: il contratto era per dosi non per flacone. Nel Consiglio europeo di ieri si è discusso di controlli alla frontiere, in attesa del «certificato vaccinale». Merkel apre al russo Sputnik V: se sarà approvato dall’Ema potremo parlare di accordi

EUROPA

«Usa favoriti dalla Pfizer», Berlino vuole trattare con Biden

Sebastiano Canetta

Il ministro della Sanità, Jens Spahn, promette di «entrare in trattative con la nuova amministrazione di Washington per concordare le necessarie modifiche all’ordine di fornitura dei vaccini». La Bundesrepublik punta all’autosufficienza farmaceutica: BioNTech pronta a diventare indipendente

SCUOLA

Scuole superiori, funziona il «modello toscano»

Riccardo Chiari

Dopo dieci giorni dalla riapertura dei 465 istituti della regione, sia pure con un’affluenza scolastica al 50%, i nuovi casi di contagio restano al minimo con uno screening di 18mila tamponi settimanali. In Veneto il Tar conferma la chiusura voluta da Zaia

Ocean Viking evita una nuova strage

Giansandro Merli

Ieri mattina soccorse 119 persone su un gommone sovraffollato a largo della Libia. Tra loro 59 minori. Mercoledì scorso il primo naufragio del 2021: 43 morti

Due kamikaze al mercato, Baghdad ritorna nell’incubo

Chiara Cruciati

Almeno 32 morti e 110 feriti. Gli analisti: è l’Isis. Il premier minaccia i servizi di sicurezza: ultima chance. Ma gli attivisti iracheni temono una strategia della tensione interna in vista del voto di ottobre

I soldi rubati da Ben Ali? Potrebbero tornare al clan

Matteo Garavoglia

L’ultimo smacco: mentre il paese è di nuovo attraversato dalle proteste, scade il blocco sui fondi congelati in Svizzera dell’ex dittatore, 60 milioni di dollari, meno di un quinto di quanto avrebbe accumulato in anni di regime. Il governo rassicura: sono ancora bloccati

CULTURA

Bussole per comunità condivise

Valentina Porcheddu

«Archeologia pubblica. Metodi, tecniche, esperienze», l’ultimo volume di Giuliano Volpe edito da Carocci. Il libro ha la forma di un manuale che ripercorre la storia della disciplina in una dimensione internazionale, declinandone momenti e caratteristiche. Una comunicazione volta a trasformare musei e parchi in brand di successo impone una riflessione

Indagine sul ruolo sociale della ricerca antropologica

Enzo Scandurra

Per Meltemi, «Etnografie militanti. Prospettive e dilemmi» di Stefano Boni, Alexander Koensler e Amalia Rossi. Gli autori ripercorrono la loro esperienza biografica per mostrare come si possa contribuire allo stesso tempo al sapere scientifico e a rafforzare contesti politici

Turbolenze celesti e cambiamenti climatici inevitabili

Claudio Corvino

«Campati per aria» di Mauro Van Aken, per Elèuthera. Un percorso di ricerca antropologica che ha come oggetto il cielo, divenuto in sei capitoli un vero e proprio «terreno», luogo in cui i fenomeni atmosferici vengono reinterpretati come fatti culturali

COMMENTI

Razzismo e antisemitismo. Dove corre la solidarietà

Lia Tagliacozzo

Lo zoom-bombing è un’aggressione vera e propria. Protagonisti sempre più spesso i gruppi dell’estrema destra. Ma via social si manifesta anche la resistenza. Siamo prossimi al giorno della memoria che ricorda la liberazione di Auschwitz. Una possibilità per ragionare sui collegamenti tra il fascismo di allora e le parole di odio di oggi

Ci prendono in giro o vanno presi seriamente?

Paolo Cacciari

Non passa giorno che grandi imprenditori, amministratori delegati, Ceo e persino banchieri, soli o associati in organizzazioni di stampo filantropico, non ci grazino con dichiarazioni che perorano la causa della sostenibilità, del bene comune e persino della bellezza.

Sorgente: il manifesto del 22.01.2021 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •