La nave ong Ocean Viking sotto sequestro. «Ha trasportato più persone del consentito»

La nave ong Ocean Viking sotto sequestro. «Ha trasportato più persone del consentito»

23 Luglio 2020 0 Di Luna Rossa

La nave ong Ocean Viking sotto sequestro. «Ha trasportato più persone del consentito»

La Guardia Costiera contesta violazioni di norme di sicurezza e ambientali». la replica dell’organizzazione umanitaria: «per le leggi del mare i naufraghi non sono passeggeri»

di Claudio Del Frate

La Guardia Costiera ha sequestrato questa mattina la nave Ocean Viking, che operava per conto dell’ong Sos Mediterranée. Le autorità hanno rilevato una serie di irregolarità tecniche che hanno fatto scattare il fermo amministrativo. l’imbarcazione si trova attualmente a Porto Empedocle. Secondo la Guardia Costiera, che ha effettuato una ispezione a bordo, sono state riscontrate «diverse irregolarità di natura tecnica e operativa tali da compromettere non solo la sicurezza dell’unità e dell’equipaggio ma anche delle persone che sono state e che potrebbero essere recuperate a bordo, nel corso del servizio di assistenza ai migranti svolto dalla nave, così come alcune violazioni alle normative a tutela dell’ambiente marino». Il fermo durerà fino a quando non sarà posto rimedio alle lacune tecniche contestate.

«I naufraghi non sono passeggeri»

La Ocean Viking, che batte bandiera norvegese, si trova ormeggiata nel porto siciliano dopo aver salvato un gruppo di migranti successivamente trasferiti sulla nave Moby Zaza dove hanno trascorso il periodo di quarantena. La ong Sos Mediterranee ha fatto sapere con un messaggio su twitter che «il motivo principale della detenzione è stato comunicato dalla Guardia Costiera come segue “la nave ha trasportato più persone del numero certificato”. ma le persone soccorse sono, secondo la legge marittima da considerarsi come superstiti e non passeggeri». «I regolamenti marittimi internazionali che specificano gli standard minimi per la costruzione, l’equipaggiamento e il funzionamento delle navi, stabiliscono che i naufraghi non devono essere presi in considerazione nell’applicazione delle disposizioni della Convenzione» ha poi specificato Frederic Penard, direttore operativo di Sods Mediterranee.

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •