il manifesto del 26.07.2020 – il manifesto

il manifesto del 26.07.2020 – il manifesto

26 Luglio 2020 0 Di Luna Rossa

La fornitura di 75 camici per il Covid alla Regione Lombardia da parte della società del cognato di Fontana diventa un caso politico. Il governatore indagato per frode si contraddice. Poltrona a rischio per un bonifico di 250 mila euro. La Lega fa quadrato, Pd e M5S: dimissioni

Politica

Rebus task force e bicamerale per i fondi Ue

Mario Pierro

Forza Italia presenta pdl su bicamerale e spacca le destre, mentre si ipotizza il ricorso a un tavolo tra Palazzo Chigi, ministeri e enti locali: si chiama Comitato Interministeriale per gli Affari Europei, è stato istituito nel 2012. E tra le forze di maggioranza continua lo scontro sul Mes

Italia

Venezia, giovane manganellato per una battuta

Riccardo Bottazzo

Un riferimento ironico ai fatti di Piacenza è bastato a scatenare la reazione di due Carabinieri che hanno inseguito e manganellato un ragazzo. Lanciato per martedì un presidio per denunciare i fatti

Italia

Stretta anti virus in Campania

Adriana Pollice

Varata una nuova delibera della regione con misure più restrittive, multe da mille euro per chi non indossa la mascherina nei locali al chiuso

Il circolo vizioso che blocca il dialogo afghano

Giuliano Battiston

Tutti pronti, a parole, al negoziato intra-afghano. Ma prima gli studenti coranici chiedono il rilascio degli ultimi 600 prigionieri, Kabul li accusa di attentati contro le forze governative

In Siberia la scintilla che accende la scissione

Yurii Colombo

Michail Degtyarev, il nuovo governatore inviato da Putin dopo l’arresto del predecessore, nel mirino delle proteste di piazza insieme al presidente. E le manifestazioni si allargano a Mosca

Pandemia e sguardo della deriva

Adriano Masci

«Reality. Cosa è successo», l’ultimo libro di Giuseppe Genna per i tipi di Rizzoli. Il lockdown e la sua rappresentazione tra città, ospedali, spaccati antropologici, sociali e visivi. Se verso Milano sprigiona l’empatia viscerale di chi ci è nato, l’autore compie anche una demitizzazione di ciò che ha sempre significato e di cui è diventata il culmine

La meraviglia del cinema per rompere le gerarchie

Carola Spadoni

Statue, potere e iconoclastia in «Eyes/Eyes/Eyes/Eyes» di Albert Garcia-Alzórriz, nel concorso internazionale. «The Cypress Dance» di Caló e Queimadela esplora i corpi e la natura

L’Ultima

L’anomalia dell’algoritmo

Luca Forestieri

Il riconoscimento facciale ha bisogno di dati. Ma se i volti per addestrarlo sono per lo più bianchi, quelli neri costituiscono un’anomalia che rischia di creare nuove forme di razzismo

Greene, spy story, slealtà e ricerca ultima

Viola Papetti

Uscì nel 1978 dopo lunga gestazione, ambientato nella sede dei Servizi Segreti, reparto Sudafrica: «Il fattore umano», ora da Sellerio, è una riflessione sui risvolti metafisici del poliziesco

L’èra zelatesca di Giulia Maria Crespi

Giovanni Agosti

Si parte dalle fiabe “Le storie di Anna…” (Salani, 2018), per giungere al cuore di un’idea olistica della realtà, intesa come Creato. Scena, la Zelata, in un’ansa del fiume Ticino; testimone, Pasolini…

Pasolini / Wahrol, il caso drag queen

Manuel Barrese

Il libro ricostruisce i moventi ideologici di un controverso incontro. Occasione, una mostra al Palazzo dei Diamanti di Ferrara. Nella serie warholiana «Ladies and Gentlemen» Pasolini vide non l’affermarsi di nuove soggettività, ma una sola Persona: omologazione vs liberazione

John Banville, i topoi letterari riuniti a convivio

Barry McCrea

La futura regina Elisabetta e la sorella messe segretamente al sicuro durante la guerra, nell’Irlanda allora neutrale: questa la finzione storica che fa da set per «Le ospiti segrete», da Guanda

L’ucronia di Steve Erickson

Paolo Simonetti

Mentre i personaggi fanno un giro del globo lungo un secolo, l’esitazione diegetica del narratore impedisce di distinguere psicosi e realtà, sogno e ricordo: «I giri dell’orologio nero», il Saggiatore

Di Stefano, un coro di morti al cuore del Novecento

Enzo di Mauro

I bombardamenti americani del 1943 in Sicilia, il fratellino minore portato via presto dalla leucemia, la Svizzera e la Lombardia… Un romanzo familiare di Paolo Di Stefano: Noi, da Bompiani

Creatività come morale, una Milano in stile Cesare Colombo

Giuseppe Frangi

Pragmatismo, impegno civico e un costante esercizio di antiretorica: è la Milano piena di pudore e dai colori smorzati «di» Cesare Colombo, il fotografo e animatore culturale cui il Castello Sforzesco dedica una retrospettiva, a cura di Silvia Paoli

Sorgente: il manifesto del 26.07.2020 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •