il manifesto del 05.03.2020 – il manifesto

il manifesto del 05.03.2020 – il manifesto

5 Marzo 2020 0 Di Luna Rossa

 

È ufficiale: scuole e università chiuse per fermare il Coronavirus fino al 15 marzo, si studiano «misure per fare stare a casa un genitore». Conte: «L’Italia non si arrende. Chiederò alla Ue la flessibilità necessaria». La Protezione civile: 2.706 i malati, 107 i decessi

POLITICA

Il virus sospende l’Italia intera

Eleonora Martini

Il governo vara il decreto con le nuove misure per «contenere o ritardare» il contagio. Scuole, cinema e teatri chiusi fino al 15 marzo. «Gli anziani restino in casa». Un nuovo Dpcm per coordinare le regioni e le regole di comporamento

Conte si appella al Paese. E alla Ue: dovrà venirci dietro

Andrea Colombo

«Siamo tutti nella stessa barca». Per Palazzo Chigi ormai sforare il 3% è inevitabile. Pasticcio nella comunicazione, l’annuncio delle chiusure filtra prima della decisione. Presidente e ministra frenavano. Ma ritardare il contagio serve a evitare il collasso della sanità

SCUOLA

Coronavirus, l’emergenza non è per tutti: gli studenti non vanno a scuola, docenti e personale Ata sì

redazione

Cobas Scuola, Unicobas e Gilda denunciano l’uso discrezionale dell’emergenza a scuola e chiedono di limitare al massimo la presenza del personale nei giorni delle scuole chiuse fino al 15 marzo. Anche i rettori della Crui sottolineano: la didattica è sospesa, ma la ricerca e i servizi agli studenti continuano. Critiche anche alla campagna volta a far passare l’obbligatorietà della presenza a scuola e della didattica a distanza per gli insegnanti

COMMENTI

Il danno in più dell’autonomia differenziata

Massimo Villone

Il ministro Boccia dovrebbe chiedersi se l’eccellente organizzazione territoriale da lui richiamata non sia almeno una concausa della crisi. Il deficit di posti di rianimazione/terapia intensiva che si va manifestando e la difficoltà di superarlo lo dimostra

Greta boccia la legge sul clima dell’Ue: «È la capitolazione»

Anna Maria Merlo

Senza vincoli nazionali e certezza dei tempi per raggiungere la neutralità climatica nel 2050, il regolamento non convince gli ambientalisti. L’attivista svedese, invitata dalla commissione ambiente: «Così l’Europa ammette la sua sconfitta»

COMMENTI

Quindici anni fa Nicola Calipari e Giuliana Sgrena

Don Renato Sacco

Anche in questi giorni, non c’è umanità in alcuni commenti davanti alle tragedie di oggi: Lesbo, Siria, Idlib, Turchia, Iraq, Iran, Gaza, Afghanistan, Algeria…Doveroso è il grazie a Nicola Calipari, al suo essere vero uomo a servizio dello stato, della comunità. Uno che ha davvero dato la sua vita per salvare quella di un’altra persona

Gantz prepara legge contro Netanyahu premier

Michele Giorgio

Il leader del partito Blu Bianco vuole una legge che impedisca a un primo ministro incriminato di formare un nuovo governo. Netanyahu: attacco alle basi della democrazia. Intanto la destra vittoriosa il 2 marzo resta a 58 seggi, lontana dalla maggioranza.

COMMENTI

Israele, il trionfo della paura e del razzismo

Zvi Schuldiner

Che cosa significavano in questo voto «destra», «centro», «sinistra»? L’unica vittoria chiara è quella del razzismo senza remore, dell’ultranazionalismo. L’essenza della destra è stata ben presente non solo nella «destra dichiarata» ma in gran parte della campagna elettorale

CULTURA

Élisabeth Filhol, l’umanità nascosta dentro un uragano

Guido Caldiron

Parla la scrittrice francese che pubblica «Doggerland» per Neri Pozza. Una terra legava nell’antichità i Paesi del Mare del Nord, l’incombere di una tempesta nella zona ne risveglia i fantasmi. «Quale che sia il livello tecnologico raggiunto, un fenomeno naturale estremo ci fa riscoprire quanto la nostra specie resti vulnerabile»

«Marie Curie», ritratto di donna tra sentimento e «scandali»

Eugenio Renzi

Il film della regista tedesca Marie-Noëlle Sehr, si concentra sulla vita privata della due volte premio Nobel per sottolinearne la forza rivoluzionaria e femminista ante-litteram senza preoccuparsi di trovare un corrispettivo cinematografico alle sue intenzioni

La storia delle «Spose in viaggio» per portare un messaggio di pace

Silvana Silvestri

«Sono innamorato di Pippa Bacca» di Simone Manetti, sull’artista che voleva attraversare undici paesi in guerra, violentata e uccisa in Turchia nel 2008. Tra i racconti delle sorelle e della madre, la sorellanza con l’amica che l’accompagna, gli incontri con le altre donne

COMMENTI

Perché «facciamo come in Emilia» non porta lontano

Stefano Ciccone

L’errore è considerare che la soluzione possa essere una frettolosa aggregazione elettorale tra forze con collocazioni e proposte differenti, liquidando o enfatizzando l’ultima “vittoria” o l’ultima sconfitta elettorale. Non ci sono scorciatoie. L’apertura promossa rischia di chiudersi nel perimetro della compagine di un governo che non è frutto di una strategia fondativa

L’ULTIMA

Resistenza nativa in Canada

Marco Cinque

La lotta pacifica degli indigeni Wet’suwet’en contro la costruzione del mega gasdotto Coastal GasLink blocca le ferrovie nazionali e mette in crisi il governo Trudeau

EXTRATERRESTRE

Quando la civiltà è contadina

Teodoro Margarita

Storia e prospettive di un’associazione nata nel 1996 che è stata tra le prime in Italia a ripensare l’utilizzo della terra in chiave ecologica ispirando i movimenti per la rinascita della campagna

«L’ambiente inquinato più grave del Covid-19»

Francesco Bilotta

Patrizia Gentilini, oncologa ed ematologa, membro dell’Isde-Associazione medici per l’ambiente: «Per il coronavirus è in atto un’ indispensabile mobilitazione, ma per l’inquinamento atmosferico, che secondo l’Oms causa 12 milioni morti premature l’anno, 80 mila in Italia, solo palliativi. Due pesi e due misure con gravi conseguenze»

Sorgente: il manifesto del 05.03.2020 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •