Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

il manifesto del 02.02.2020 – il manifesto

«Sequestro di persone». Dopo i casi Diciotti e Gregoretti, altra tempesta su Salvini. Il tribunale dei ministri di Palermo chiede al senato l’autorizzazione a procedere per la Open Arms, bloccata l’estate scorsa in mare per 10 giorni con 164 migranti. E la stessa Ong ieri ha ricevuto il via libera del governo per lo sbarco di 363 naufraghi a Pozzallo

Economia

Ex Ilva, Arcelor Mittal tratta e contrattacca

Gianmario Leone

Mentre cerca un accordo col governo entro venerdì – ma potrebbe esserci una proroga di un mese- , in tribunale a Milano la multinazionale deposita la memoria difensiva: noi corretti, accuse diffamanti

Europa

Brexit, sulla pesca il negoziato più difficile

Anna Maria Merlo

Già nella notte di venerdì se ne è avuto un primo assaggio: le autorità dell’isola di Guernsey, protettorato britannico nel canale della Manica, hanno «temporaneamente sospeso» l’accesso dei pescherecci francesi nelle sue acque

La Turchia marcia compatta, la Ue in ordine sparso

Alberto Negri

Dalla Siria alla Libia passando per i Balcani, Erdogan porta avanti la sua agenda contro la Nato e contro l’Europa. Che risponde con voci diverse: Macron lo frena, Merkel lo finanzia. E l’Italia tentenna

Cultura

Nel Kashmir senza connessione

Luca Tancredi Barone

Da agosto, quasi otto milioni di persone sono tagliate fuori da internet. L’India è uno dei paesi dove la pratica dei tagli mirati all’accesso alla Rete è più diffusa: l’anno scorso ce ne sono stati quasi cento. Non è l’unico caso: per esempio Cina, Sudan e Turchia

Weisz dal Bologna al Lager, una vergogna italiana

Massimo Raffaeli

Árpád Weisz, il tecnico ebreo ungherese che lanciò Meazza e vinse scudetti con l’Inter e il Bologna: perseguitato dalle leggi razziali, riparò in Olanda ma poi fini ad Auschwitz. Lo racconta Giovanni A. Cerutti per Interlinea

Jung, l’anima e le forme dei processi psichici

Riccardo Bernardini

Dal 1916 i pazienti di Jung vennero invitati a tradurre le proprie fantasie in disegno e pittura, lavori ora raccolti da Bollati Boringhieri in «I tesori dell’inconscio». Da Mimesis, il saggio di van der Post, «Jung e la storia del nostro tempo»

Canova, vicende terrene dei volti ideali

Claudio Gulli

La mostra sui busti di Antonio Canova ritesse gli anni tumultosi in cui furono concepiti: 1814 alle porte! Guardare, con attenzione all’allestimento nella villa firmata Leopoldo Pollak

Divisionismo, il paese nello studio

Giorgio Villani

Grubicy de Dragon, Pellizza, Morbelli, Fornara, Previati… Rifiutarono la presa diretta degli impressionisti, ricreando l’immagine nella quieta emozione del ricordo

Caccavale: mettersi da parte, con Mandel’štam

Davide Racca

Una parete blu in cui si compongono, «scritti» a pastello bianco, volti mani occhi tratti da Martin Schongauer e versi del poeta russo Osip Mandel’štam: la discrezione verbovisiva di Caccavale

Petrucci, la conoscenza trasformata in coscienza comune

Corrado Bologna

Dalle strutture del pensiero alla produzione e organizzazione dei testi, all’architettura dei libri, alle tracce di vita che il tempo trasforma in emblemi di un’epoca: da Viella, «Scritti civili», perlopiù apparsi sul manifesto

Noi umani il cui fine è la fine

Maurizio Ferraris

Postille a uno dei più importanti saggi del secolo scorso, «Al di là del principio di piacere», scritto da Freud nel 1920: dalle sue speculazioni, una possibile nuova era della filosofia

Polene, Magris cataloga e fantastica

Roberto Andreotti

In un libro ricco di immagini, edito da La nave di Teseo, Claudio Magris insegue le statue lignee delle prue: favole e simboli popolari, qualità dei maestri d’ascia, musei del mare…

Sorgente: il manifesto del 02.02.2020 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing