Maltempo, allerta in Liguria: sacchi per la mareggiata ad Alassio, un morto in Friuli | corriere.it

22 Dicembre 2019 0 Di Luna Rossa

Maltempo, allerta in Liguria: sacchi per  la mareggiata ad Alassio, un morto in Friuli

Le regioni più colpite sono Liguria, Lombardia, Piemonte e Toscana, ha spiegato il 115 in un tweet. Record di piogge in Toscana: fino a 263 mm in 24 ore

di Valentina Santarpia

Sabato prenatalizio di maltempo (qui le previsioni) in tutta Italia. In Liguria, dove oggi è tornato il sole, ieri c’è stato il terzo stato di allerta rosso in meno di due mesi, il primo esteso a tutta la regione da cinque anni: per una frana è crollato il viadotto Madonna del monte ad Altare, è stato interrotto in via precauzionale il tratto Savona-Torino dell’A6 per quasi 24 ore (ora riaperta) e ad Alassio sono stati posizionati sacchi di sabbia e sbarramento dei vicoli che dalla passeggiata a mare conducono al budello nella speranza di fare una barriera per limitare la forza del mare. Imperia e Savona le provincie più danneggiate, con criticità nella Valle Argentina, dove sono avvenute diverse frane e smottamenti. Nello Spezzino restano isolate 70 persone a Torenco, frazione nel Comune di Follo, dove è crollata l’unica strada di accesso all’abitato. Ma sono stati oltre 200 gli interventi dei vigili del fuoco in tutto il centro-nord. Oltre alla Liguria, le regioni le più colpite sono Lombardia, Piemonte e Toscana, scrive il 115 in un tweet. L’acqua alta a Venezia si è presentata anche oggi toccando i 120 centimetri sul medio mare alle ore 7.40: si è allagato l’ingresso della Basilica di San Marco. Il fenomeno si ripresenterà domani, secondo il Centro maree del Comune di Venezia, quando è prevista un’acqua alta di 130 centimetri sul medio mare alle ore 7.35, anche in questo caso un codice arancio. L’autostrada A5 Torino-Aosta è stata parzialmente chiusa a causa dell’allerta scattata per il movimento della frana in località Chiappetti di Quincinetto.

La gara di sci saltata

Sono state cancellate per il maltempo le discese di Coppa del mondo di uomini e donne in programma oggi in Val Gardena. Nebbia, neve in quota e pioggia un po’ più in basso hanno costretto gli organizzatori a cambiare programmi.

Toscana, dichiarato lo stato di emergenza

Record di pioggia in Toscana: fino a 263 millimetri caduti in 24 ore. Un’auto con quattro persone a bordo è rimasta bloccata in un sottopasso allagato al bivio di Ravi nel comune di Gavorrano (Grosseto), a causa del maltempo che sta interessando la zona dove è stata emessa allerta arancione. L’auto è stata recuperata dai vigili del fuoco e le quattro persone sono incolumi. A causa del forte vento alcuni voli in arrivo all’aeroporto Vespucci di Firenze sono stati dirottati. Nel Senese crollato un tratto della Cassia fra Abbadia e Radicofani. A Scandicci allagati locali del distretto socio sanitario. Rimaste intrappolate all’interno del proprio vettura nel torrente Maiano, nel comune di Magliano in Toscana (Grosseto), due persone sono state messe in salvo dai vigili del fuoco. Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, si è immediatamente attivato e ha deciso di proclamare oggi stesso lo stato di emergenza per l’intero territorio regionale, per gli eventi meteo di queste ultime ore.

Crolla un ponte in Campania

Pioggia e temporali in Campania: al vaglio una proroga dell’allerta meteo di livello arancione. La situazione più grave si è verificata nella zona del Lago Patria: sul versante di Giugliano in Campania diverse sono le strade allagate. Inondata dalle acque la Circumlago che è stata interdetta al traffico. Nel Casertano, invece, si sono verificate diverse frane nel territorio di Roccamanfina: in particolare a Sessa, Marzano, Conca, Teano e Campagnola. Un ponte pedonale sul fiume Sarno a a Castellammare di Stabia (Napoli) è crollato a causa del maltempo che sta interessando la zona: non ci sono feriti. Il ponte è stato messo in sicurezza dai vigili del fuoco.

Una vittima in Friuli

Un uomo è morto in Friuli Venezia Giulia, tra Zoppola e Cordenons, in provincia di Pordenone. L’uomo ha oltrepassato la sbarra che da ieri impediva l’utilizzo di una strada, convinto di poter raggiungere l’altra sponda nonostante la presenza di una notevole quantità di acqua sulla carreggiata. Quando ha capito di essere rimasto intrappolato ha chiesto aiuto ai soccorritori telefonando alla centrale operativa unica. I Vigili del fuoco che sono arrivati tempestivamente sul posto hanno provato a salvarlo, ma la furia delle acque ha trascinato via l’auto.

Vento a Palermo

Giardini e ville comunali chiuse oggi a Palermo. La chiusura in via precauzionale è stata disposta dall’Amministrazione comunale. Per oggi, infatti, sono previsti venti forti sud-occidentali, con raffiche di burrasca o burrasca forte. La decisione è stata adottata a livello precauzionale anche se non vi è allerta meteo emessa dalla Protezione civile.

Rischio piene in Emilia

Prorogata anche per tutta la giornata di domenica 22 dicembre l’allerta arancione in Emilia-Romagna dovuta al peggioramento delle condizioni meteo: sono attesi rovesci e criticità legate alle piene dei fiumi. Nei bacini emiliani centrali e nella pianura emiliana centrale l’allerta riguarda principalmente la piena del fiume Enza. Attese piene prossime alla soglia 2 per il fiume Secchia e al di sotto della soglia 2 per il Panaro.

Allevatori bloccati in Sardegna

Emergenza maltempo in provincia di Oristano a causa delle forti piogge delle ultime due ore. I vigili del fuoco intorno a mezzogiorno hanno dovuto far intervenire anche il loro elicottero per soccorrere due allevatori rimasti bloccati nella loro azienda, nelle campagne tra Samugheo e Busachi, a causa della tracimazione di un corso d’acqua. Gravi disagi per strade allagate e smottamenti nella zona del Ghilarza e in quella di Ales.

Sorgente: corriere.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •