il manifesto del 24.12.2019

24 Dicembre 2019 0 Di Luna Rossa

La vigilia di Natale porta al governo 334 voti per la fiducia sulla legge di Bilancio. Ma lo scontro nella maggioranza si riaccende in un consiglio dei ministri rinviato tre volte, resta la patata bollente delle concessioni autostradali con il pesante colpo della Corte dei Conti

Calabria, Oliverio dice sì a Zingaretti e fa un passo indietro

Silvio Messinetti

Il governatore, ieri rinviato a giudizio nell’ambito dell’inchiesta su presunte irregolarità nell’uso di fondi per la promozione del turismo, ha deciso di cedere il passo a Pippo Callipo, il candidato dem che lo ha detronizzato nei favori del suo partito

Haftar rilascia i marinai turchi catturati

Roberto Prinzi

L’Unione europea chiede lo stop delle azioni militari e il ritorno al dialogo. Ma a muoversi sono Turchia e Russia: ieri una delegazione di Erdogan è volata da Putin. Il ministro italiano Di Maio: «Ormai sembra la Siria»

ARABIA SAUDITA

Khashoggi, a morte i sicari. Salvi i mandanti

Chiara Cruciati

Si chiude con cinque pene capitali il processo-farsa in Arabia saudita. Prosciolti i più stretti collaboratori del principe Mohammed bin Salman. La procura di Riyadh: «Non fu premeditato». Risultati opposti alle inchieste della Cia e dell’Onu

Commenti

Quella Supercoppa macchiata di sangue

Riccardo Noury*

È sportwashing: grazie a Lega Calcio e squadre, nel 2019 i Saud hanno ospitato due Supercoppe italiane, a gennaio a Gedda, vicino a dove hanno frustato in pubblico il blogger Badawi

Tra le ceneri delle foreste d’Australia

Ettore Camerlenghi

Il paese è in fiamme. Bruciano ecosistemi unici al mondo, muoiono specie a rischio come i koala, i popoli nativi si trasformano in rifugiati climatici. L’emergenza drammatica di un paese che ha avuto un ruolo di primo piano, insieme a Brasile e Arabia Saudita nel boicottare gli accordi di Parigi

Cultura

Marsiglia, il paese dei balocchi

Valentina Porcheddu

Cinquecento oggetti, provenienti dalla collezione di Christophe Feraud e Bruno Cirla, ricordano al Mucem la fioritura di una piccola industria del giocattolo, divenuta nota in tutta la Francia. Per alcune aziende, come la società Pascal Mossé & fils il successo arriverà con un personaggio in particolare. In questo caso, fu «Viaggiatore interplanetario», creato nel 1954

Nella deriva politica, tra assedio e sfida

Benedetto Vecchi

«Turbopopulismo», un dialogo tra Marco Revelli e Luca Telese edito da Solferino. Tra i temi: le piazze, i margini in rivolta, la xenofobia e infine la precarizzazione

Distrazioni salvifiche con Munari e Berruti

Arianna Di Genova

Coltivare l’infanzia che c’è in te. Può essere questo uno dei tanti modi di entrare e, soprattutto, superare indenni il Natale e le sue accecanti luminarie

La lunga marcia per abolire il manicomio

Pietro Pellegrini*

La salute mentale richiede un sistema di welfare pubblico universalistico e un insieme unitario di diritti individuali e sociali come previsto dalla Costituzione

Sorgente: il manifesto del 24.12.2019 – il manifesto

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •