Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

WikiLeaks: Le condizioni di Assange in prigione non permettono la sua estradizione negli Stati Uniti – World Affairs – L’Antidiplomatico

Il fondatore di WikiLeaks, Julian Assange, che avrebbe dovuto essere rilasciato il 22 settembre dopo aver scontato la pena per aver violato le condizioni della cauzione, rimarrà in prigione fino alle udienze di febbraio sulla sua potenziale estradizione negli Stati Uniti.

WikiLeaks su Twitter ha spiegato che le condizioni carcerarie di Julian Assange gli impediscono di di prepararsi nel caso di estradizione negli Stati Uniti.

WikiLeaks

@wikileaks

Julian Assange is in solitary confinement in conditions that obstruct his ability to prepare his US extradition case.

He finished serving a 50-week sentence for seeking & receiving asylum on 22 September 2019 and is now in jail solely on behalf of the Trump administration https://twitter.com/birgittaj/status/1176792132599910403 

Birgitta

@birgittaj

Most of you know that me & Assange have not really seen eye to an eye for a long time for a variety of issues. But I feel it’s unacceptable to keep him for years in a high security prison while fighting extradition on charges that are a real danger to all journalists.

Visualizza l'immagine su Twitter

SorgenIn precedenza, Kristinn Hrafnsson, caporedattore di WikiLeaks, aveva affermato che ad Assange era stata negata la corrispondenza, a cui erano state concesse solo due visite sociali al mese, e che si svolgeva generalmente in condizioni di maggiore isolamento.

Assange, che ha scontato la pena per aver violato le condizioni della cauzione e avrebbe dovuto essere rilasciato il 22 settembre, rimarrà in prigione a causa della convinzione del giudice distrettuale Vanessa Baraitser di poter “fuggire di nuovo” al momento del rilascio.te: WikiLeaks: Le condizioni di Assange in prigione non permettono la sua estradizione negli Stati Uniti – World Affairs – L’Antidiplomatico

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing