Suicidio assistito, parola al Senato

17 Settembre 2019 0 Di marco zinno

Il tempo stringe: due mozioni in campo per chiedere una discussione urgente prima dell’udienza della Consulta il 24. Martedì la conferenza dei capigruppo ma le posizioni sono distanti.

Si riducono i giorni a disposizione per calendarizzare la discussione sul fine vita, e si riducono anche le possibilità che oggi, nella conferenza dei capigruppo del Senato, si decida in tal senso.

C’è una data che ormai incombe, il 24 settembre: manca solo una settimana al giorno in cui è già convocata la Corte costituzionale per dar seguito all’ordinanza 207 del novembre scorso che – intervenendo sul caso Cappato-Dj Fabo, sollevato dalla Corte di Assise di Milano – impone al Parlamento una revisione del quadro sanzionatorio per il suicidio assistito in mancanza della quale sarà la Consulta stessa, dopo l’udienza pubblica di martedì prossimo, a pronunciarsi sulla direzione verso cui andare: la norma da rimodulare è l’articolo 580 del Codice penale, che punisce istigazione e aiuto al suicidio.

Sorgente: Suicidio assistito, parola al Senato

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •