Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

Lampedusa, Mediterranea: ‘Salvini voleva nostro scalpo’. No da Malta alla Alan Kurdi – Cronaca – ANSA

Indagato l’equipaggio. La Alan Kurdi vira verso Malta (ANSA)

“C’è stata una chiara volontà politica di non darci altra possibilità. La decisione di dirottarci a Malta era pura propaganda politica che voleva trattare le persone come sacchi di patate. Salvini voleva solo il nostro scalpo”. Lo hanno sostenuto nel corso di una conferenza stampa a Lampedusa la portavoce di Mediterranea Alessandra Sciurba e il capo missione Erasmo Palazzotto, ribattendo a tutte le accuse del Viminale sulla vicenda della nave Alex.
Chi dice che quel gommone non era in difficoltà, dovrebbe venire a vedere con i suoi occhi: come si fa a essere così cinici?”. Così la portavoce della Ong Mediterranea, Alessandra Sciurba, in conferenza stampa. “Vorrei che vi trovaste davanti a un gommone con 50 persone con bambini, alcuni piccolissimi, e dire ‘Non ci sono problemi’. Quando dovremmo intervenire? Come si può essere così cinici e crudeli pur di fare propaganda politica?”.

“Ecco una delle tante bugie delle Ong di sinistra: il gommone soccorso non aveva nessun problema”. Lo afferma su twitter il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, a proposito del veliero Alex arrivato ieri a Lampedusa.

“Noi dobbiamo tornare in mare immediatamente. Non abbiamo alcuna intenzione di fermarci. Lo ha detto la portavoce di Mediterranea Human Savings Alessandra Sciurba nel corso della conferenza stampa. “Le persone che abbiamo salvato – ha aggiunto – ci hanno chiesta cosa ci succederà, ma noi non abbiamo paura. Vogliamo continuare a denunciare che i trafficanti vengono pagati due volte, direttamente dai migranti e indirettamente dal governo italiano con le sue politiche”.

E’ durata quasi 4 ore la perquisizione che la Guardia di finanza ha realizzato, stanotte, sulla barca Alex della Ong Mediterranea. Perquisizione che è stata effettuata dopo lo sbarco di tutti i migranti. Sono stati acquisiti documenti e non è escluso che nelle prossime ore vengano acquisiti anche i video realizzati dai giornalisti che erano a bordo del veliero. L’informativa verrà poi, verosimilmente entro oggi, trasmessa dalle Fiamme gialle alla Procura di Agrigento. Risulta indagato, per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, il capitano Tommaso Stella.

Malta ha deciso di negare alla nave Alan Kurdi dell’ong tedesca Sea Eye, con 65 migranti a bordo, l’accesso alle acque territoriali. Il governo ha incaricato le forze armate di “intraprendere le azioni appropriate se la nave dovesse entrare” entro le 12 miglia dall’arcipelago. La nave nella notte aveva deciso di fare rotta dalle acque al largo di Lampedusa verso Malta.

Il veliero Alex della Ong ‘Mediterranea’, con 41 migranti a bordo, ha forzato il blocco ed ha attraccato nel porto di Lampedusa. I migranti sono sbarcati, per effetto del sequestro penale della nave, mentre l’equipaggio e il capitano – come fa sapere il Viminale – sono indagati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

“Siamo assolutamente sereni perché convinti di avere operato correttamente e perché abbiamo già presentato un esposto alla magistratura. Diciamo che questa volta siamo arrivati prima della Guardia di Finanza”, afferma il capo missione di Mediterranea Erasmo Palazzotto. Da Berlino il ministro degli Interni Seehofer scrive a Salvini: “Cambi idea sui porti chiusi”. Ha cambiato invece rotta verso Malta la nave ‘Alan Kurdi’, con altri 65 migranti a bordo.

Un esposto alla Procura di Agrigento sulle procedure che sono state seguite nei confronti della Alex, l’imbarcazione alla quale era stato intimato dalle autorità italiane di recarsi a Malta come “porto sicuro”, è stato presentato dai legali di Mediterranea Human Savings prima ancora dell’approdo a Lampedusa. Lo ha detto all’ANSA il capo missione Erasmo Palazzotto, parlamentare di Leu.

“Ancora non ci è stato notificato nulla. Siamo assolutamente sereni perchè convinti di avere operato correttamente e perchè abbiamo già presentato un esposto alla magistratura. Diciamo che questa volta siamo arrivati prima della Guardia di Finanza”. Così il capo missione di Mediterranea Erasmo Palazzotto, commenta la decisione del Viminale di fare sbarcare tutti i migranti a bordo della Alex, sequestrare l’imbarcazione e indagare tutto l’equipaggio per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Sorgente: Lampedusa, Mediterranea: ‘Salvini voleva nostro scalpo’. No da Malta alla Alan Kurdi – Cronaca – ANSA

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing