Piazza Affari positiva in attesa di Draghi, spicca Banco Bpm – MilanoFinanza.it

17 Giugno 2019 0 Di Luna Rossa

Partenza in marginale rialzo per le borse europee in avvio di una settimana scandita dai meeting della Fed e della BoJ e dal simposio della Bce di Sintra che prenderà il via stasera (alle 19:00 il discorso del presidente). Lo spread Btp/Bund è poco mosso e il dollaro conserva i guadagni accumulati venerdì nei confronti dell’euro. Acquisti anche su Unicredit, Tim e Fincantieri

Partenza in marginale rialzo per le borse europee in avvio di una settimana scandita dai meeting della Fed, della BoJ e della BoE e dal tradizionale simposio della Bce di Sintra che prenderà il via stasera (alle 19:00 è atteso il discorso del presidente Mario Draghi). Per la Fed il mercato scommette su un taglio dei tassi entro l’anno, mentre per la BoJ si aspetta che giovedì la Banca centrale del Giappone non apporti modifiche al massiccio programma di stimolo, dicendosi pronta a intervenire per potenziarlo in caso di necessità.

Ma la settimana sarà decisiva anche dal punto di vista della trattativa tra Ue e Italia sul fronte della possibile procedura di infrazione per l’elevato debito, in attesa del vertice dei capi di Stato e di governo di giovedì e venerdì. In attesa di novità anche su questo fronte, lo spread Btp/Bund è poco mosso a quota 257,6 punti base e il dollaro conserva i guadagni accumulati venerdì nei confronti dell’euro (cross a 1,1210, +0,10%) dopo che il dato sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti a maggio, pur essendo marginalmente inferiore alle attese di consenso, ha rassicurato sulla tenuta dell’economia americana, grazie anche alle revisioni al rialzo sulla lettura di aprile.

Le previsioni del mercato sulle mosse della Fed rimangono il primo driver del mercato valutario. “Nella riunione di mercoledì il Fomc non taglierà i tassi, ma darà un messaggio molto accomodante che aprirà la strada a una diminuzione del costo del denaro nel mese di luglio”, ha previsto Joseph LaVorgna, chief economist di Natixis. Secondo l’esperto, il mercato “è così preoccupato di un rallentamento della Cina, della debole inflazione e della possibilità che il protezionismo distrugga le catene di approvigionamento globale che la Fed non può non agire piú rapidamente delle attese”.

A Piazza Affari l’indice Ftse Mib sale dello 0,35% a 20.684 punti. Rialzo frazionale per Eni  (+0,34% a 13,99 euro) con gli analisti di Banco Sandander che hanno promosso il titolo da hold a buy, alzando il target price da 16,80 a 17,40 euro. Invece su Intesa Sanpaolo  (+0,53% a 1,84 euro) è intervenuta Rbc, tagliando il target price da 2,40 a 2,30 euro. Lo stesso broker ha limato il target price di Unicredit  (+1,16% a 10,24 euro) da 17 a 16 euro. Mentre Jefferies ha alzato il target price di Ferrari  (+0,33% a 136,45 euro) da 125 a 130 euro, confermando il rating hold. E Berenberg quello di DiaSorin  (+0,77% a 104,30 euro) da 100 a 116 euro (rating buy).

Tra le banche spicca Banco Bpm  (+1,21% a 1,672 euro) che lo scorso venerdì ha concluso con successo il collocamento di un’obbligazione senior preferred unsecured per un ammontare di 500 milioni e con scadenza a cinque anni. Il bond paga una cedola fissa del 2,50% e ha un prezzo di emissione pari al 99,384%, equivalente a uno spread del 2,80% sopra il tasso swap a 5 anni. L’operazione ha visto una buona domanda sia dall’Italia sia dall’estero con un totale di circa 90 investitori coinvolti.

Mentre nel comparto industriale stona Leonardo  (-0,23% a 10,75 euro) che sta discutendo un’alleanza sui siluri con il gruppo francese Naval, come ha detto l’ad di Naval in occasione della firma della joint venture con Fincantieri  (+1,43% a 0,99 euro). Invece Tim (+0,63% a 0,461 euro) è pronta ad avviare la procedura finalizzata a cancellare la quotazione presso il New York Stock Exchange delle proprie American Depositary Shares ordinarie e di risparmio (Ads), rappresentate da American Depositary Receipts (Adr). Una decisione che ha obiettivi di semplificazione e risparmio di costi. Infine, Juventus  sale dello 0,60% a 1,55 euro con Maurizio Sarri nuovo allenatore.

Sorgente: Piazza Affari positiva in attesa di Draghi, spicca Banco Bpm – MilanoFinanza.it

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •