Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

 La Politica del “Caos Creativo”,­ Il Progetto Americano per l’Olocausto del Medio Oriente

By Mark Taliano
Il Progetto per un nuovo Medio Oriente (1) è un progetto per un nuovo Olocausto. Si sta verificando attualmente. La politica del “Caos Creativo” [2] è un progetto alla base dell ‘”Olocausto del Medio Oriente”. L’Impero distrugge volontariamente la sovranità e l’integrità territoriale delle nazioni preda come la Libia, l’Iraq, la Siria, lo Yemen, l’Ucraina e oltre. La pulizia etnica genocida, l’omicidio di massa e la distruzione sono descritti in modo benevolo come “caos” e “creativo”.

L’Impero anglo USA schiera strategie meticolosamente pianificate per fabbricare divisioni settarie ed etniche e per balcanizzare le nazioni preda. L’idea, espressa da Condoleeza Rice , secondo cui il Medio Oriente dovrebbe essere diviso in una “cintura sunnita” e una “cintura sciita” [3] oggettiva per i popoli, diminuisce la loro umanità, li trasforma in finti “personaggi” definiti esclusivamente dal percepito affiliazioni religiose e crea deliberatamente tensioni etniche e religiose, che servono come precondizioni favorevoli per gli imperialisti al fine di creare il caos e la disintegrazione dei forti Stati nazionali trasformndoli in stati di vassalli contorti, privi di autodeterminazione e sovranità.

L’Impero considera gli stati non conformi, autonomi, laici, pluralisti, multi-confessionali e democratici come nemici. La Siria è l’esempio di tutto quanto sopra, e quindi un “nemico”. L’impero distrugge ulteriormente l ‘”ospite” quando “apre le vene” dei paesi divenuti preda per il saccheggio delle loro risorse e con l’occupazione criminale. L’area petrolifera, situata in una posizione strategica a est dell’Eufrate, in Siria, occupata da truppe USA e da loro mercenari, è uno di questi esempi.

Quando l’Impero sostiene l’SDF contro ISIS, sta lucidando la sua immagine falsa creando la percezione apparente che si sta opponendo all’ISIS, anche se reintroduce l’ISIS “riformato” negli stessi campi di battaglia. In alternativa, come nel caso di Raqqa, Empire “salva” e ridistribuisce i gruppi dell’ISIS altrove. Sia i terroristi che i civili sono sacrificabili in queste operazioni demoniache.
L’Impero sospinge i civili nei campi di concentramento controllati dai gruppi del terrorismo [4]. Li “arma” creando deliberatamente condizioni di disperazione che si prestano a reclutare nuovi elementi e presenta opportunità per nuovi delegati terroristici. Daesh non scomparirà mai finché l’Impero avrà il controllo o cercherà il controllo a livello globale.

Forze USA in Siria

Finché la propaganda di guerra occidentale rimane in ascesa e le popolazioni occidentali rimangono ignare, gli occidentali continueranno a credere che queste guerre siano umanitarie o nei loro interessi nazionali. In realtà, le guerre sono anti-umanitarie e rappresentano solo “interessi speciali” ristretti di dominio.

L’arma più potente della NATO è il suo apparato di “Perception Management”. Senza di essa, la NATO e gli imperialisti sarebbero esposti come i Criminali internazionali di guerra quali sono realmente.

Video: West’s War Against Syria è pieno di bugie e inganni
*
Mark Taliano è Research Associate del Center for Research on Globalization (CRG) e autore di Voices from Syria , Global Research Publishers, 2017.
Notes

Contractors USA in Siria

[1] Mahdi Darius Nazemroaya,“Plans for Redrawing the Middle East: The Project for a “New Middle East”.” Global Research, 18 November, 2006, 24 October, 2018. (https://www.globalresearch.ca/plans-for-redrawing-the-middle-east-the-project-for-a-new-middle-east/3882) Accessed 31 May, 2019.

[2] Mark Taliano, “ ‘Creative Chaos’ “ and the War Against Humanity. US-NATO Supports ISIS.” Global Research, 29 May, 2017.( https://www.marktaliano.net/creative-chaos-and-the-war-against-humanity-us-nato-supports-isis/?fbclid=IwAR1JZUi7SbjC6u6FI-kf3PgEvuERb7m02RAHZAarpJQNo_11m3hGtx-Lrm0) Accessed 31 May 2019.

[3] Prof. Tim Anderson, “U.S. ATTEMPTED TO CREATE SUNNI-SHIA RIFT IN THE MIDDLE EAST.” Shia Followers, 25 February, 2018. (https://shiafollowers.com/index.php/2018/02/25/u-s-attempted-create-sunni-shia-rift-middle-east-tim-anderson/?fbclid=IwAR0twDRc8GYrXJkRHuGosHwAeUa57PSXr-hVthZWRDWlW5RVLbkD5tSyhyk) Accessed 31 May, 2019.

[4] Arabi Souri, “US Forces in Syria Causing Catastrophic Effects on Civilians Held in Rukban Concentration Camp.” Syria News 30 May, 2019, Global Research, 31 May, 2019. (https://www.globalresearch.ca/us-forces-syria-causing-catastrophic-effects-civilians-rukban-concentration-camp/5679112) Accessed 31 May, 2019.

https://www.globalresearch.ca/project-new-holocaust/5679214

Fonte: Global Research

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Sorgente: controinformazione.info | La Politica del “Caos Creativo”,­ Il Progetto Americano per l’Olocausto del Medio Oriente

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •  
468 ad

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

adversing