Macron da Fazio? La Rai lo “censura” nello spot- corriere

4 Marzo 2019 0 Di ken sharo

A differenza di quanto succede solitamente con ospiti importanti – da Raffaella Carrà a Valentino Rossi – Viale Mazzini non ha annunciato la presenza del presidente francese nello spot della puntata

Nella nuova Rai a trazione gialloverde, Fabio Fazio non gode di grandi simpatie. Non è un mistero infatti che ci sia un’ala della tv di Stato che voglia rimettere in discussione il contratto del conduttore di Che tempo che fa, e l’ultima polemica legata all’intervista che Fazio ha fatto a Macron, in onda domenica sera, ha aggiunto altre nuvole al rapporto tra il conduttore e i vertici di viale Mazzini. Nuvole che Fazio stesso ha provato a spazzare via in diretta, prima di mandare in onda l’intervista con il presidente francese: «Mi sono pagato da solo il biglietto di andata e ritorno per Parigi e dunque nessun costo per la Rai», ha detto. Eppure, in epoca di sovranismi e tensioni tra Italia e Francia, il tweet in cui il conduttore annunciava quello che – piaccia o meno – è stato comunque un ottimo colpo per Rai1 (non capita spesso che un presidente della Repubblica si presti a esser ospite di un programma tv per 25 minuti) era stato quasi letto come un gesto di sfida.

Uno scoop che però Rai1 non ha voluto cavalcare e appuntarsi al petto come un fiore all’occhiello: a differenza di quello che succede solitamente con ospiti importanti (Totti e Raffaella Carrà, Valentino Rossi e addirittura Rowan Atkinson…) domenica la Rai ha mandato in onda lo spot che annunciava la puntata di Che tempo che fa ma senza fare riferimento alla presenza di Emmanuel Macron. Una scelta per lo meno curiosa, molto simile a un autogol, perché è regola base della tv annunciare gli ospiti di richiamo che sono presenti nella puntata che sta per andare in onda. Domenica sera invece solo uno spot generico per Che tempo che fa.

Nella nuova Rai a trazione gialloverde, Fabio Fazio non gode di grandi simpatie. Non è un mistero infatti che ci sia un’ala della tv di Stato che voglia rimettere in discussione il contratto del conduttore di Che tempo che fa, e l’ultima polemica legata all’intervista che Fazio ha fatto a Macron, in onda domenica sera, ha aggiunto altre nuvole al rapporto tra il conduttore e i vertici di viale Mazzini. Nuvole che Fazio stesso ha provato a spazzare via in diretta, prima di mandare in onda l’intervista con il presidente francese: «Mi sono pagato da solo il biglietto di andata e ritorno per Parigi e dunque nessun costo per la Rai», ha detto. Eppure, in epoca di sovranismi e tensioni tra Italia e Francia, il tweet in cui il conduttore annunciava quello che – piaccia o meno – è stato comunque un ottimo colpo per Rai1 (non capita spesso che un presidente della Repubblica si presti a esser ospite di un programma tv per 25 minuti) era stato quasi letto come un gesto di sfida.

Uno scoop che però Rai1 non ha voluto cavalcare e appuntarsi al petto come un fiore all’occhiello: a differenza di quello che succede solitamente con ospiti importanti (Totti e Raffaella Carrà, Valentino Rossi e addirittura Rowan Atkinson…) domenica la Rai ha mandato in onda lo spot che annunciava la puntata di Che tempo che fa ma senza fare riferimento alla presenza di Emmanuel Macron. Una scelta per lo meno curiosa, molto simile a un autogol, perché è regola base della tv annunciare gli ospiti di richiamo che sono presenti nella puntata che sta per andare in onda. Domenica sera invece solo uno spot generico per Che tempo che fa.

Sorgente: Macron da Fazio? La Rai lo “censura” nello spot

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •