Migranti. Fonti Viminale: sbarco a Catania per la Sea Watch3 – Rai News

30 Gennaio 2019 0 Di ken sharo

30 gennaio 2019″

La Sea Watch3 ha avuto indicazione di dirigersi verso il porto di Catania”. Lo rendono noto fonti del Viminale, spiegando che “la scelta è determinata dalla presenza di centri ministeriali per l’accoglienza di minori. I maggiorenni saranno immediatamente trasferiti all’hotspot di Messina”. Conte: operazioni di sbarco a breve”Fra qualche ora inizieranno le operazioni di sbarco della Sea Watch”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte a margine del suo incontro con il sindaco di Milano Giuseppe Sala. “Si è aggiunto anche il Lussemburgo e lo ringrazio. Siamo con l’Italia 7 paesi”.Vertice in Prefettura a SiracusaVertice in Prefettura a Siracusa, alla presenza del Prefetto Luigi Pizzi e della responsabile immigrazione, per fare il punto sulla nave Sea watch. A quanto apprende l’Adnkronos, si stanno decidendo i tempi sull’eventuale sbarco dei 47 migranti a bordo della nave dell’ong da oltre 12 giorni. Si sta decidendo il posto in cui fare sbarcare i naufraghi e le modalità. Si sta aspettando la ratifica dell’intesa sui migranti da trasferire nei paesi che hanno accolto la richiesta del premier Conte. E solo dopo verrà autorizzato lo sbarco.7 i Paesi che accoglieranno i migranti, anche il LussemburgoCi sarebbe anche il Lussemburgo nell’accordo raggiunto ieri dal premier Giuseppe Conte a Cipro per la distribuzione dei 47 migranti ancora a bordo dell’imbracazione della Ong, battente bandiera olandese ormai da 12 giorni in mare e da 5 nella rada di Siracusa. I paesi al centro dell’accordo sarebbero dunque Germania, Francia, Portogallo, Romania, Lussemburgo e Malta. Tribunale minori nomina tutori per i ragazzi sulla Sea Watch Sono stati emessi dal Tribunale per i minorenni di Catania, presieduto da Maria Francesca Pricoco, su ricorso della Procura minorile etnea, “provvedimenti di nomina di tutore per ciascuno dei minori presenti sulla Sea Watch al fine delle attività di tutela previste dalla disciplina interna e dalla normativa internazionale”. L’atto è propedeutico allo tutela e allo sbarco dei minorenni non accompagnati che sono sulla nave della Ong tedesca battente bandiera olandese alla fonda al largo di Siracusa. Legali Saving Humans: primo passo per la tutela delle 47 persone”La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha compiuto ieri un primo passo per la tutela delle 47 persone soccorse dalla Sea Watch 3 e ancora a bordo della nave. La Corte ha riconosciuto infatti l’Italia come Stato responsabile, obbligando il governo italiano ad assicurare la tutela legale per i 15 minori e ad adottare misure che garantiscano assistenza e cure mediche”. Lo afferma il team legale di Mediterranea Saving Humans, la piattaforma delle associazioni italiane che si alterna nel Mediterraneo con Open Arms e Sea Watch.”Si tratta di un risultato di estrema importanza, ma le persone salvate restano ancora prigioniere nonostante la grave precarietà delle loro condizioni, a causa dell’ostilità del governo italiano che, illegittimamente, costruisce rapporti di forza sui loro corpi impedendone l’ingresso in Italia”, aggiunge Mediterranea Saving Humans.

Sorgente: Migranti. Fonti Viminale: sbarco a Catania per la Sea Watch3 – Rai News

Spread the love
  •  
  •   
  •   
  •   
  •  
  •