Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

Spara a Palermo durante il concerto di Capodanno, ricercato – La Stampa

La polizia sta esaminando le immagini girate dal Tgr Sicilia per individuare l’uomo, ben visibile in volto e impegnato anche ad accendere due fumogeni

In vena di festeggiamenti e in barba ai controlli antiterrorismo del Capodanno, un palermitano ha celebrato l’arrivo del 2017 sparando in aria alcuni colpi da una pistola che probabilmente era a salve, ma comunque nessuno è intervenuto per fermarlo. Adesso la polizia sta esaminando le immagini girate nella notte di San Silvestro dalla Tgr Sicilia della Rai, per individuare l’uomo, ben visibile in volto e impegnato non solo a sparare, ma anche ad accendere due fumogeni: e a Palermo vigeva il divieto di far scoppiare botti.

 

Spari di pistola in aria nella notte di Capodanno nel centro di Palermo

 

Tutto è successo a ridosso della piazza del teatro Politeama, nel pieno centro del capoluogo siciliano, a poche decine di metri dal palco su cui, davanti ad alcune migliaia di persone, si stavano esibendo l’attore palermitano Roberto Lipari e i cantanti Morgan e Luca Carboni. L’uomo ripreso mentre sparava porta i baffetti, ha i capelli scuri e un’età apparente di 40-45 anni: media statura, corporatura robusta, indossa una giacca di colore marrone e una cravatta scura col farfallino. L’arma che usa è verosimilmente a salve, perché – come appare evidente – la fiammata non esce dalla canna ma dalla parte superiore. Ad ogni modo, le immagini lo riprendono mentre esplode una prima serie di colpi, almeno tre: tutto avviene mentre il protagonista si trova con un gruppo di altre persone, fra cui alcune donne, che parlano e scrivono al cellulare, senza in apparenza curarsi di quanto fa il loro amico. Gli spari sono intervallati dall’accensione di un paio di fumogeni da parte dello stesso uomo, che con un piede ne sospinge uno verso la piazza. Per compiere l’operazione mette la pistola alla cintola, sempre indisturbato, poi la riprende e spara di nuovo, sempre in aria.

 

Il gruppetto si allontana poi dalla via Turati, in cui si trova, in direzione della via Daita. A pochi metri dall’uomo che spara c’era un presidio di carabinieri, che sorvegliavano l’ingresso alla piazza, su via Libertà. Non c’erano i metal detector, a Palermo, ma solo varchi creati fra le transenne, in modo da regolare l’afflusso della gente sotto gli occhi degli uomini delle forze dell’ordine. Una volta dentro l’area della piazza, però, i controlli erano più diradati.

Sorgente: Spara a Palermo durante il concerto di Capodanno, ricercato – La Stampa

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv