Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

#Corrierelive, Di Maio: «Renzi è scappato da me, ha paura del confronto»  – corriere.it

corriere.it –  #Corrierelive, Di Maio: «Renzi è scappato da me, ha paura del confronto» Il vicepresidente della Camera dei Cinque Stelle Luigi Di Maio: «Elezioni subito, non perdiamo tempo a discutere della legge elettorale per dare le pensioni ai parlamentari: ne abbiamo una già pronta». E sul premier: «È scappato perché sa che è una truffa»  – di Valentina Santarpia

Respinge lo spauracchio dei mercati finanziari, parla della riforma come una «truffa» e auspica elezioni presto, prestissimo, prima che i parlamentari possano arrivare a metà del 2017 per conquistare la pensione. Luigi Di Maio, il vicepresidente della Camera dei Cinque Stelle, racconta a #Corrierelive i retroscena di questa difficile campagna referendaria: «Il presidente del Consiglio aveva paura di un confronto con me, è sempre scappato: lui sapeva di avere poca credibilità e si è defilato». In studio Alessandra Arachi, Massimo Franco, Tommaso Labate.

video – Di Maio a #Corrierelive: «Elezioni subito,di legge elettorale ne abbiamo una già pronta»

«Voto sulla fiducia al governo»

I grillini riconosceranno i risultati in ogni caso? «I risultati si riconoscono, poi se dovessero esserci irregolarità ci saranno delle inchieste, sperando che la magistratura faccia il suo dovere- spiega Di Maio- Questo voto si basa prima di tutto sul livelli fiducia in chi l’ha scritta questa riforma. Ed è un grande inganno perché è stata fatta da gente che ci ha già ingannato con la Buona scuola, il Jobs act, e così via».

video – Di Maio: «Se dovesse vincere il Sì? Per ora pensiamo solo che vinca il No»

«Concentrati sul No»

«Al Si non ci pensiamo, siamo concentrati sul No», ammette Di Maio. «Ho capito che non sia scontata una dimissione di Renzi nel caso di vittoria del No: ma, al di là del referendum, questo Paese deve andare a votare.

Sse ci dovesse essere una crisi di governo allora immagino che il presidente Mattarella inizierà una serie di consultazioni e noi gli diremo che vogliamo andare a votare il prima possibile- prefigura Di Maio- Noi una legge elettorale ce l’abbiamo, forse è il caso di guardarla dopo che ne è stata presentata una giudicata incostituzionale e una sub judice. Il nostro modello è un proporzionale con un correttivo maggioritario, ambisce alla governabilità ma senza sacrificare la rappresentatività.

Non ho intenzione di guardare i partiti rimanere a discutere della legge elettorale fino a metà del 2017 per permettere a tanti parlamentari di maturare la pensione».

02 dicembre 2016

Sorgente: Corriere della Sera

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv