Pages Navigation Menu

il contenitore dell'informazione e della controinformazione

.

A proposito della Bibbia 3.0 (revenge porn e altri abusi online) – Al di là del Buco

Risultati immagini per violenza sulle donneabbattoimuri – A proposito della Bibbia 3.0 (revenge porn e altri abusi online) – da Eretica

Lei scrive:

Ciao Eretica,
ti scrivo a proposito della cartella di foto (parla del revenge porn ndb.) di ragazze online. Sono una di loro.

Ho voluto dire la mia, perchè leggendo il post mi sono salite le sopracciglia fino all’attaccatura dei capelli e nonostante la temperatura polare, hanno iniziato a fumare il cervello e il cuore.

Vorrei ringraziare chi ci aiuta a denunciare. Grazie a ognuno di voi, siamo in tante, vorremmo essere di più. Non siamo tutte rassegnate, siamo quasi tutte furibonde, tranne le venti ragazzine che hanno inviato di proposito quelle foto: spesso minorenni, malate di like, convinte che per piacere si debbano mostrare le grazie, insultano se stesse e amano essere chiamate cagne, troie, essere contattate, sono forme di attenzione, e loro si devono sentire decisamente sole (proprio perché minori non devono essere incolpate e vanno aiutate ndb.), ma non posso salvare tutte, io sono una.

Vorrei spiegare solo che si, dovremmo stare attente a chi ci chiede una foto in atteggiamenti intimi. A me è successo col mio fidanzato, un uomo che avrei sposato, e invece è finita a lividi e minacce e querele. Dire di non fidarsi degli uomini, e ve lo dice la prima diffidente del mondo ormai, è sbagliato.

Scrivere queste righe mentre una donna da qualche parte in Italia, DUEMILADICIASSETTE, sta curando delle ustioni perchè il fidanzato le ha appiccato il fuoco, trova la forza per difenderlo nonostante si sia costituito, fa male, brucia come una ferita aperta, e mi fa pensare a quante cosa siano ancora sbagliate in questa società.

Questa è un’epoca di cambiamento. Esisteranno sempre persone disposte ad annullarsi per amore, non è del tutto un male, se è una scelta senziente, se l’amore in questione non è uno sfigato narcisista insicuro che ti calpesta a me sta pure bene. In questa epoca alcune donne hanno alzato la testa. In questa epoca le donne non hanno più bisogno di un uomo per sopravvivere socialmente, e si sa, un pianeta che cambia comporta dei terremoti.

E vengono a galla vecchi e nuovi cadaveri quando la terra si muove. Si denuncia di più, e si lotta di più. Io sto lottando ancora, a distanza di un anno, per avere giustizia, e non mi fermerò mai, nemmeno quando sarà finita, perchè porterò sulla riva con me decine e decine di altre donne, e ‘sti stronzi usurpatori di identità e di libertà non potranno fare nulla per fermarmi.

Ormai la bomba è esplosa.

Volevo lasciare un messaggio.
A quelli che aprono costantemente pagine fb, gruppi telegram e whatsapp: vi vedo, vi cerco, vi denuncio, non mi fermo, e voi pagherete.
Io non sono sola. Vi cercherò uno per uno, avrò giustizia come già ne ho avuta con chi si è intromesso tra me e la mia serenità, e NON FINIRO’ MAI PRIMA DI VOI.
Ho visto gente arrivare fin sotto casa mia.

Ragazzini, e solo ragazzini e uomini adulti dall’italiano poco edificante siete, che mi contattano, in cerca di cosa non si sa bene, non avete mai visto un bel culo in vita vostra? Volete sesso, non sapete procurarvene in maniera più evoluta? Volete dirmi cagna? Ditelo pure. Ma non tremate quando, davanti al questore, scoprite che la cagna era un pitbull incazzato e affamato di giustizia.

Il disgusto che provo quando vedo diecimila, venti, quarantamila iscritti a quei gruppi, quando vedo qualcuno chiedere quel link è nulla rispetto al terrore che dovete avere voi ogni volta che scaricate quel file…

Voi state scaricando pedopornografia.
Io sono la parte lesa, e non esiterò a farvi il culo.
Lo trovate divertente? Io trovo divertente smontarvi, farvi chiudere, dirvi ciò che siete, farvi tremare quando vi chiedo spiegazioni di persona, vedervi terrorizzati quando vi sputtano alle sorelle, fidanzate, mamme, quando la polizia vi chiede come mai scaricate donnine nude e contattate trentenni quando di anni ne avete a stento sedici.

DENUNCIATE, URLATE, FATEVI SENTIRE, NON TEMETE, NON VACILLATE, AZZANNATE CHIUNQUE OSI FARVI DEL MALE.

Questo è l’unico messaggio che deve passare.
Uomini e donne crudeli esistono. Se vi sentite tra i buoni, non temete, rimarrete tali anche se darete un testone fisico o giuridico al pezzo di merda di turno.
Non diffidate delle persone. Non per forza incontrerete stronzi. Siate solo pronte a scattare ad ogni campanello d’allarme che il vostro cuore vi suggerirà.

Se qualcuno vi piace da morire ma qualcosa di voi dice di non fidarvi, NON FIDATEVI. Lì, si.

Se vi piace fare foto spinte non lasciatene copie a loro se non li conoscete bene, io non avrei dovuto lasciare gli originali al mio ex, ma nessuno si sarebbe aspettato che quel culo gli sarebbe mancato così tanto da mandarlo in mondovisione, pur di non lasciarlo andare.
Io l’ho sempre detto, mi avrebbe ripresa con un mazzo di fiori e una cena. L’ho amato da pazzi.

Ha scelto la via del ricatto, della minaccia, della denigrazione: ha trovato le sbarre di un carcere.
Non date retta a chi vi dice che non si può fare nulla, è di chi vi vuole fermare che dovete diffidare, sempre, in ogni contesto.
Un bacio ragazze, siate le donne forti che siete, non vi manca nulla, e mozzicate chi prova a convincervi del contrario. Anche se dice di amarvi.
Siate libere.

E non vergognatevi di essere voi stesse. NON VERGOGNATEVI MAI.

Mantienimi anonima, cara Eretica, per favore, ma (…) sono stanca di vedere vittime piangere e basta, ho pianto tanto anche io, ma poi dalla polizia ci sono andata. Ho denunciato. Ho avuto giustizia. E ora, mentre finisco il mio lavoro, tiro fuori altre donne da situazioni di merda, per aver amato la testa di cazzo sbagliata.

Leggi anche:

Risultati immagini per violenza sulle donne

Sorgente: A proposito della Bibbia 3.0 (revenge porn e altri abusi online) – Al di là del Buco

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
< >

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv