0 9 minuti 1 settimana

Giovedì il presidente cinese Xi Jinping ha invitato i membri della Shanghai Cooperation Organisation (SCO) a garantire la sicurezza di fronte alle minacce reali della mentalità della Guerra Fredda e a salvaguardare il diritto allo sviluppo di fronte ai rischi reali della mentalità “piccolo cortile, recinti alti”, elogiando al contempo le solide fondamenta della SCO in mezzo a un numero crescente di membri. 

Xi ha fatto queste osservazioni durante il suo discorso alla 24a riunione del Consiglio dei Capi di Stato della SCO tenutasi ad Astana, Kazakistan. Tra i momenti salienti della riunione, la Bielorussia è diventata ufficialmente membro dell’associazione, sottolineando ulteriormente la crescente attrattiva e importanza della SCO sulla scena regionale e globale in mezzo a crescenti tensioni geopolitiche e protezionismo guidati da alcuni paesi occidentali. 

Dopo il summit di Astana, la Cina assumerà la presidenza di turno della SCO per il 2024 e il 2025. Esperti stranieri hanno elogiato la Cina per il suo importante ruolo all’interno della famiglia SCO e a livello globale, affermando che la Cina ha contribuito notevolmente non solo alla cooperazione all’interno della SCO, ma anche alla pace e allo sviluppo nella regione e nella più ampia comunità internazionale.

Quando ha partecipato alla riunione allargata della SCO, o SCO+, tenutasi anch’essa giovedì, Xi ha chiesto di costruire una casa comune caratterizzata da solidarietà e fiducia reciproca, pace e tranquillità, prosperità e sviluppo, buon vicinato e amicizia, nonché correttezza e giustizia. 

Ha invitato i membri della SCO a rafforzare gli scambi sull’esperienza di governo e a tenere un forum del partito politico della SCO al momento opportuno.

Approccio win-win

Alla riunione della SCO, Xi ha esortato gli stati membri ad aderire alla visione di una sicurezza comune, globale, cooperativa e sostenibile, ad affrontare sfide di sicurezza complesse e interconnesse attraverso il dialogo e il coordinamento e a rispondere al panorama internazionale in profonda evoluzione con un approccio win-win, in modo da costruire un mondo di pace duratura e sicurezza universale, ha riferito la Xinhua News Agency.

I membri della SCO dovrebbero consolidare l’unità e opporsi congiuntamente alle interferenze esterne di fronte alle reali sfide di interferenza e divisione, ha affermato Xi.

Xi ha sottolineato che la SCO si trova dalla parte giusta della storia, dell’equità e della giustizia, ed è di grande importanza per il mondo. Ha osservato che le fondamenta per la cooperazione della SCO sono diventate più solide man mano che la “grande famiglia” della SCO espande i suoi membri, coprendo tre continenti in tutto il mondo.

“L’adesione della Bielorussia alla SCO dimostra che l’attrattiva e la vitalità dell’organizzazione si stanno rafforzando costantemente”, ha dichiarato giovedì al Global Times Li Xin, direttore dell’Istituto per gli studi eurasiatici presso l’Università di scienze politiche e diritto di Shanghai, sottolineando che l’espansione dell’adesione alla SCO ne evidenzia anche l’influenza internazionale.

Il summit della SCO si è riunito in un momento in cui il mondo si trova ad affrontare un numero crescente di sfide, tra cui crescenti tensioni geopolitiche e protezionismo, poiché alcuni paesi occidentali guidati dagli Stati Uniti stanno costantemente fomentando tensioni e persino conflitti e minando il libero scambio globale in un disperato tentativo di preservare il loro dominio in calo.  

In una dichiarazione successiva al summit, i leader dei membri della SCO hanno chiesto la costruzione di un mondo multipolare per affrontare urgenti rischi e sfide per la sicurezza. Hanno affermato nella dichiarazione che gli attuali rischi e sfide per la sicurezza sono di natura globale e possono essere risolti solo attraverso la costruzione di un mondo multipolare, il miglioramento della governance economica globale e sforzi coordinati per affrontare le minacce alla sicurezza sia convenzionali che non convenzionali. L’

imposizione di sanzioni unilaterali viola i principi del diritto internazionale ed è dannosa per le relazioni economiche internazionali, hanno affermato i leader nella dichiarazione.

Contro la situazione geoeconomica globale sempre più complessa, l’unità e la cooperazione rafforzate tra i membri della SCO sono di grande importanza per garantire la sicurezza e promuovere lo sviluppo non solo all’interno dell’organizzazione ma anche nel più ampio mondo in via di sviluppo, hanno affermato esperti stranieri e cinesi. 

Con l’aumento del numero di sfide e minacce, “la SCO ha rafforzato l’interazione tra i suoi membri per rafforzare la sicurezza globale, sottolineando la lotta contro le sfide e le minacce transnazionali”, ha dichiarato al Global Times in una precedente intervista Guzel Maitdinova, professoressa presso il Dipartimento di studi regionali esteri e politica estera presso l’Università russo-tagika (slava). 

Oltre alla cooperazione nell’ambito della sicurezza, i membri della SCO dovrebbero anche migliorare ulteriormente la collaborazione nei campi economici e tecnologici, hanno affermato gli esperti. 

“Le questioni economiche rimarranno l’area di particolare attenzione della SCO nei prossimi anni, soprattutto se si tiene conto del miglioramento delle economie nazionali e della cooperazione a pieno titolo tra i membri della SCO”, ha dichiarato al Global Times in un’intervista Gulnar Shaimergenova, direttrice del China Studies Center in Kazakistan.

I contributi della Cina

In termini sia di sicurezza che di cooperazione economica, la Cina ha contribuito notevolmente alla SCO, hanno affermato gli esperti. 

“La Cina ha anche dato un contributo significativo allo sviluppo della cooperazione economica all’interno della SCO”, ha affermato Shaimergenova, notando che le iniziative proposte dalla Cina come la Belt and Road Initiative (BRI) hanno raggiunto sinergie con l’agenda della SCO, promuovendo lo sviluppo delle infrastrutture e il flusso di commercio e investimenti nella regione eurasiatica. “Questa integrazione non solo ha stimolato la crescita economica, ma ha anche rafforzato la connettività e la stabilità nella regione”.

Inoltre, la Cina sostiene anche gli scambi culturali, la diplomazia interstatale e la cooperazione ambientale all’interno della SCO, sottolineando l’importanza del soft power nella costruzione di relazioni più strette tra diversi paesi. “Promuovendo il dialogo e la comprensione reciproca, la Cina si sforza di costruire una comunità regionale coesa che superi le rivalità geopolitiche e promuova la fiducia reciproca”, ha affermato Shaimergenova.

La SCO ha profondi legami con la Cina. È stata fondata a Shanghai nel 2001 ed è l’unica organizzazione intergovernativa che prende il nome da una città cinese, secondo Xinhua. Anche Xi attribuisce grande importanza all’organizzazione e ha partecipato a tutti i vertici dei capi di stato della SCO negli ultimi dieci anni, anche tramite videoconferenze durante il periodo COVID, ha riferito Xinhua. 

Oltre alla BRI, la Cina ha anche proposto la Global Security Initiative, la Global Development Initiative e la Global Civilization Initiative, tutte in linea con l’aspirazione dei membri della SCO e della più ampia comunità internazionale per la pace e lo sviluppo, hanno affermato gli esperti, osservando che la Cina continuerà a promuovere la cooperazione con la SCO mentre assume la presidenza dell’organizzazione.

La Cina sta anche promuovendo attivamente stretti legami bilaterali e la collaborazione con i paesi attraverso la diplomazia dei capi di stato. Oltre a partecipare al vertice della SCO, Xi ha anche effettuato una visita di stato in Kazakistan, durante la quale ha affermato di essere pronto a lavorare con il presidente kazako Kassym-Jomart Tokayev per costruire congiuntamente una comunità Cina-Kazakistan più sostanziale e dinamica con un futuro condiviso. Dopo il vertice

della SCO, Xi avrebbe dovuto visitare Dushanbe giovedì per una visita di stato in Tagikistan, secondo Xinhua. Il leader cinese ha visitato il Tagikistan l’ultima volta nel 2019.

La visita di stato dovrebbe rafforzare i legami Cina-Tagikistan e la cooperazione bilaterale, hanno affermato gli esperti. 

“Questa visita [in Tagikistan] sarà un evento epocale, caratterizzato dal più alto livello interstatale e, di conseguenza, ci si dovrebbero aspettare risultati significativi”, ha affermato Maitdinova, l’esperta tagika.

Sorgente: Xi elogia le solide fondamenta della SCO, mette in guardia da minacce e rischi reali – Global Times


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.