0 3 minuti 2 settimane

Seyyed Abdelmalik Badr al-Din al-Houthi, leader spirituale della rivoluzione yemenita e del movimento Ansarullah, ha sottolineato domenica 7 luglio, nel suo discorso pronunciato in occasione dell’inizio del nuovo anno dell’Egira lunare, che le operazioni navali dello Yemen sono diventate fonte di sorpresa e terrore per i nemici e hanno affermato: “Prima delle operazioni di sostegno a Gaza, gli Stati Uniti credevano erroneamente di poterli fermare con quantità significative di armi”.

Al-Houthi ha dichiarato: “ Le squadre di spionaggio che lavorano a beneficio degli Stati Uniti nello Yemen fanno parte del piano per promuovere la corruzione nello Yemen ”.

Criticando gli attacchi degli Stati Uniti, della Gran Bretagna, del regime sionista e di alcuni paesi arabi, il leader della rivoluzione yemenita ha affermato: ” La guerra contro lo Yemen non è solo militare e continua anche economicamente, politicamente e socialmente .

Riferendosi all’attacco yemenita contro le navi americane in sostegno della popolazione di Gaza, ha stimato che la missione della portaerei americana nella regione si è effettivamente trasformata in una missione di fuga.

Dopo le nostre operazioni, anche i movimenti delle navi israeliane si sono dimezzati e sono diventati quasi inesistenti nel Mar Rosso. “ Le nostre operazioni navali hanno avuto un impatto sulle economie di Stati Uniti, Gran Bretagna e Israele ”.

Il leader di Ansarullah ha dichiarato: “ Il più grande fallimento degli Stati Uniti è stato non essere riusciti a coinvolgere i paesi vicini allo Yemen nelle loro operazioni a sostegno di Israele. Né gli Stati Uniti potrebbero costringere i paesi arabi ad attaccarci dal loro territorio ”.

Allo stesso tempo, ha affermato che gli Stati Uniti stanno ancora cercando di utilizzare l’Arabia Saudita come leva di pressione sullo Yemen e ha sottolineato: ” Gli Stati Uniti ci hanno inviato messaggi minacciando che avrebbero potuto costringere l’Arabia Saudita a prendere misure ostili contro di noi .

Il leader di Ansarullah ha aggiunto: “ I media sauditi sono chiaramente al servizio degli israeliani e Riyadh continua a detenere membri di Hamas ”.

Al-Houthi ha detto: ” Abbiamo offerto all’Arabia Saudita il rilascio dei suoi piloti in cambio di membri di Hamas, ma Riyadh non ha accettato “. “ Diciamo alle autorità saudite che gli Stati Uniti stanno cercando di coinvolgerle nella guerra; non contate sugli Stati Uniti, perché hanno fallito ”, ha aggiunto.

Fonte: Press Tv

Sorgente: Le operazioni navali yemenite sono diventate motivo di preoccupazione per Washington – controinformazione.info


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.