0 10 minuti 2 settimane

Edizione del 3 luglio 2024

In Francia la paura della destra fa 218 come i candidati che rinunciano al 2° turno per fare barriera contro Le Pen. Il maggior sacrificio lo fa la sinistra, ma malgrado le ambiguità di Macron anche molti dei suoi si ritirano: nelle sfide a due a Rn può sfuggire la maggioranza assoluta

Il triangolo no
Il triangolo no
EUROPA

Il triangolo no

Filippo Ortona

IL TRIANGOLO NOIn Francia la paura della destra fa 218 come i candidati che rinunciano al 2° turno per fare barriera contro Le Pen. Il maggior sacrificio lo fa la sinistra, ma malgrado le ambiguità di Macron anche molti dei suoi si ritirano: nelle sfide a due a Rn può sfuggire la maggioranza assoluta

La manifestazione antifascista di domenica sera in Place de la République, nel cuore di Parigi
COMMENTI

La partita è ancora molto aperta

Antonio Floridia

I NUMERIA costo di peccare di eccessivo ottimismo, ci pare di poter dire che in Francia la partita è ancora molto aperta. Non solo non è scontata la maggioranza assoluta al […]

«Tregua»: Orbán va finalmente a Kiev
INTERNAZIONALE

«Tregua»: Orbán va finalmente a Kiev

Sabato Angieri

Era il solo leader europeo a non essere andato in Ucraina. Zelensky: «Pace sì ma giusta, si unisca agli sforzi Ue». L’Ungheria chiede il cessate il fuoco (mentre il ministro degli esteri era in linea con Lavrov)

Javier Milei
INTERNAZIONALE

La motosega colpisce ancora. Milei ne licenzia altri 2500

Claudia Fanti

ARGENTINALa fase due del governo Milei è iniziata con la definitiva approvazione della Ley Bases e del pacchetto fiscale: dopo le due ondate di licenziamenti di dicembre e di marzo, è arrivato il turno di almeno altri 2.300 lavoratori precari di settori nevralgici dello stato, diversi dei quali con quasi vent’anni di anzianità

Grecia, sete estiva
EUROPA

Grecia, sete estiva

Elena Kaniadakis

EMERGENZA CLIMADalle Cicladi al Dodecaneso, dopo l’inverno più caldo mai registrato, ora l’insidia è la siccità. Aumentano però le richieste delle strutture ricettive per campi da golf, piscine e parchi acquatici

Juan Emar, le radici cilene di un flâneur
CULTURA

Juan Emar, le radici cilene di un flâneur

Francesca Lazzarato

GEOGRAFIEA proposito di «Ieri», un romanzo breve appena tradotto per Safarà dello scrittore, artista e critico di Santiago. La città immaginaria di San Agustín de Tango fa da sfondo a episodi racchiusi in un’unica giornata. Ignorato nel suo stesso paese, ha smesso da tempo di essere un autore «segreto»: a partire dagli anni ’70, ha attirato l’Accademia e anche l’editoria indipendente. Il manoscritto «Umbral» ebbe una complessa stesura, arrivando a superare le cinquemila pagine: uno sterminato metaromanzo che attraversa tutti i generi

Michel Khleifi, la mia Palestina
VISIONI

Michel Khleifi, la mia Palestina

Cristina Piccino

INTERVISTAParla il regista pioniere del cinema palestinese moderno, ospite della rassegna Cineasti della diaspora del Centro sperimentale. Gaza, l’occupazione, le nuove generazioni


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.