0 10 minuti 2 settimane

Edizione del 2 luglio 2024

Governando ha schiuso la porta alla destra, anticipando il voto l’ha spalancata. E ora Macron resta vago sulla desistenza con il Fronte popolare e molti macroniani la rifiutano. La sinistra con i suoi candidati fa “barrage”, ma il secondo turno può riconsegnare la Francia al suo passato nero

Emmanuel Macron
EUROPA

Veni vidi Vichy

Anna Maria Merlo

FRANCIAGovernando ha schiuso la porta alla destra, anticipando il voto l’ha spalancata. E ora Macron resta vago sulla desistenza con il Fronte popolare e molti macroniani la rifiutano. La sinistra con i suoi candidati fa “barrage”, ma il secondo turno può riconsegnare la Francia al suo passato nero

EDITORIALE

La porta d’ingresso dei fascismi

Marco Bascetta

LIBERALI IN ROTTAIl conto dei seggi da conquistare al ballottaggio del 7 di luglio resta un arduo esercizio acrobatico. Le incognite sono molteplici, le previsioni del tutto azzardate. Ma su quello che […]

Stabilimenti balneari
POLITICA

La Lega insiste sui balneari, scontro a destra

Alex Giuzio

DL AGRICOLTURALa Lega ha presentato un nuovo emendamento sulle concessioni balneari all’interno del decreto agricoltura. La proposta dovrebbe essere votata oggi dalla 9^ commissione, ma dal governo è arrivato un invito […]

Pichetto Fratin (Ansa)
ECONOMIA

Nucleare, il governo ci riprova

Luca Martinelli

INVIATO A BRUXELLES IL PIANO ENERGIA E CLIMAGli ambientalisti: irrazionale. L’ex ministro 5S Costa: transizione basata su una fantasia

Washington, ieri davanti alla Corte suprem
COMMENTI

La sentenza della Corte suprema Usa è un regalo mostruoso a Trump

Guido Moltedo

IL PRONUNCIAMENTO SULLA PAGINA PIÙ NERA DEL 6 GENNAIOBanalizzata la devastante portata del 6 gennaio 2021 per la democrazia. Un’arma in più in vista di un suo ritorno alla Casa bianca o di una sconfitta che non riconoscerà. Così il tycoon diventa il padrone assoluto del Grand Old Party , una forza politica totalmente allineata e assoggettata a lui e ai fanatici del suo movimento, il MAGA

Ismail Kadare
CULTURA

Mondi fantastici che evocano il reale

Tommaso Pincio

RITRATTIAddio allo scrittore albanese Ismail Kadare, morto a Tirana a 88 anni, dopo un lungo esilio in Francia. L’ultimo suo libro, «Quando un dittatore chiama», uscirà in Italia a ottobre, per La Nave di Teseo. È stato il Dante dell’Albania per come la sua vicenda personale e i suoi romanzi sono intrecciati a filo doppio con la storia del Paese, diventandone l’emblema imprescindibile

Ismail Kadare
CULTURA

Kadare, voce critica della dittatura di Hoxha in nome della letteratura

Guido Caldiron

IL PROFILO POLITICOScomparso a 88 anni l’autore de “Il palazzo dei sogni” (La nave di Teseo), una delle opere più note dello scrittore albanese, censurata in patria, dove immagina che nel «palazzo per l’interpretazione dei sogni» vengono analizzati e studiati i sogni di tutti i sudditi dell’Impero ottomano. Un chiaro riferimento al regime di Tirana

Nellie Bly
RUBRICHE

La finta pazza da cui tutto è iniziato

Mariangela Mianiti

HABEMUS CORPUSIl giornalismo sotto copertura lo ha inventato una donna. Nel 1880 Nellie Bly, pseudonimo di Elizabeth Cochrane, si finse pazza per farsi internare nell’ospedale psichiatrico di Manhattan. Da dentro poté vedere e raccontare per il New York World di Joseph Pulitzer le condizioni in cui erano tenute le ricoverate


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.