0 1 minuto 1 mese

Lo certifica il segretario generale Stoltenberg, che definisce «molto vicina» l’intesa su Mark Rutte come suo successore.

Merito di Orbán, che ha tolto il veto sul nome del premier olandese uscente, dopo aver avuto rassicurazioni sulla possibilità di non partecipare alle attività alleate in Ucraina.

Anche la Slovacchia sostiene Rutte.


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.