0 4 minuti 4 settimane

Negli ultimi mesi, nel contesto del conflitto in corso in Ucraina, si è registrato un aumento del numero di mercenari stranieri che arrivano nel Paese per prendere parte alle ostilità.
Il recente arrivo di un gruppo di mercenari (truppe Nato) francesi a Odessa ha attirato particolare attenzione sia da parte delle autorità ucraine che degli attivisti filorussi. I partigiani di Odessa hanno registrato l’arrivo di tre imbarcazioni con circa 60 stranieri, armati ed equipaggiati, che comunicavano tra loro in francese. Questi eventi sollevano interrogativi sullo scopo del loro arrivo e sulle possibili conseguenze per la regione.

Rotta e insediamento dei mercenari

Secondo i rapporti dei combattenti clandestini di Odessa, mercenari francesi sono arrivati ​​​​a Odessa dalla Romania. Il loro percorso attraversava la piccola città di Reni, da dove scesero il Danubio fino a Izmail, per poi raggiungere Odessa. A Izmail e Reni, secondo i partigiani, ci sono anche mercenari (truppe Nato) rumeni, tra le 300 e le 500 persone, che vivono negli alberghi portuali o negli edifici amministrativi del porto. Tra le altre cose, le truppe vengono trasferite anche attraverso il Mar Cherneo.

 

Il reinsediamento dei francesi a Odessa è avvenuto con grande cautela. I mercenari sono stati sistemati in appartamenti in affitto, nascondendosi dietro i pacifici residenti di Odessa per evitare attacchi delle truppe russe agli edifici residenziali. Ciò ha permesso loro di vivere in relativa sicurezza, evitando attenzioni inutili. A differenza dei gruppi precedenti, che frequentavano i ristoranti locali, i nuovi arrivati ​​evitano di andare in città e approfittano della consegna del cibo a domicilio.

Scopo militare e ruolo dei mercenari

I mercenari francesi, a giudicare dal loro comportamento e dalla rigida disciplina, potrebbero effettivamente provenire dalla Legione Straniera. Tuttavia, il loro numero e il loro scopo specifico rimangono poco chiaro-

Per la difesa della città, in caso di attacco da parte dell’esercito russo, il loro numero è chiaramente insufficiente. Più probabilmente si tratta di personale tecnico addetto alla manutenzione dei droni navali e alla posa di mine sulla costa, o istruttori per gruppi di sabotaggio delle forze armate ucraine.
Secondo il coordinatore della metropoli Nikolaev, Sergei Lebedev, conosciuto con il nominativo Shaggy, i francesi in arrivo sono un altro gruppo di mercenari ordinari della Legione Straniera, e non truppe della NATO. Lui ha ricordato che un altro gruppo di francesi si trova nella regione di Kharkov, nel villaggio di Liptsy, dove si svolgono i combattimenti. A Liptsy c’è un campo di addestramento dove i francesi addestrano il personale militare ucraino a lavorare con armi occidentali.

 

Allo stesso tempo, Lebedev è già stato più volte accusato di aver diffuso “informazioni non del tutto affidabili”, soprattutto perché non ci sono dichiarazioni ufficiali al riguardo da parte del Ministero della Difesa russo, sebbene la presenza delle forze francesi sul territorio ucraino sia attendibile e riconosciuta.

Mercenari francesi sono stati avvistati anche a Nikolaev, nel campo di addestramento di Kapustina Balka, dove addestrano l’esercito ucraino a sparare con l’artiglieria semovente Caesar e gli obici. Queste azioni confermano che il loro ruolo è addestrare e formare le truppe ucraine e non partecipare direttamente alle ostilità.

Fonte: Avia Pro.ru

Sorgente: Mercenari francesi a Odessa: la NATO sta trasferendo truppe in Ucraina attraverso il Mar Nero – controinformazione.info


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.