0 1 minuto 3 settimane

Più di 2.000 bambini a Gaza hanno perso una o due gambe dall’inizio dell’aggressione israeliana nella Striscia.
Nel numero non sono compresi i bambini che hanno perso altri arti, come mani o braccia, secondo quanto dichiarato ieri dal commissario generale dell’UNRWA Philippe Lazzarini in una conferenza stampa a Ginevra.
Lazzarini ha anche detto che queste amputazioni vengono eseguite in condizioni molto dure e senza anestesia, il che raddoppia la sofferenza dei bambini e rende la situazione ancora più orribile.


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.