0 2 minuti 1 mese

“I ministri hanno espresso grave preoccupazione per il deterioramento della situazione nei Territori Palestinesi Occupati, in particolare per l’escalation di violenza senza precedenti nella Striscia di Gaza a seguito dell’operazione militare israeliana che ha portato a sfollamenti di massa di civili, morti e feriti e alla distruzione di infrastrutture civili”, hanno sottolineato i ministri BRICS nella dichiarazione congiunta.Tra l’altro, hanno chiesto l’attuazione delle pertinenti risoluzioni dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (UNGA) e della risoluzione 2720 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC), che chiede l’invio senza ostacoli di aiuti umanitari a Gaza. I ministri BRICS hanno anche chiesto l’effettiva attuazione della risoluzione 2728 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che chiede un “cessate il fuoco immediato, duraturo e sostenuto”. Hanno inoltre chiesto il rilascio immediato e incondizionato di tutti i prigionieri.I Paesi membri BRICS hanno espresso grave preoccupazione per i crescenti attacchi israeliani contro la città di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza, dichiarando di “condannare l’operazione militare israeliana a Rafah e le sue ramificazioni che hanno un impatto diretto sulla vita dei civili, soprattutto in considerazione dell’alta densità di civili palestinesi in questa località, e i risultati umanitari catastrofici dovuti alla sospensione del valico di Rafah da parte palestinese”.“Hanno riconosciuto le misure provvisorie della Corte internazionale di giustizia nel procedimento legale avviato dal Sudafrica contro Israele”, si legge ancora nella dichiarazione. “I ministri hanno espresso seria preoccupazione per il continuo e palese disprezzo di Israele per il diritto internazionale, la Carta delle Nazioni Unite, le risoluzioni delle Nazioni Unite e le ordinanze della Corte”.

Sorgente: Gaza. Il comunicato com cui i Brics condannano lo stato di Israele – IN PRIMO PIANO – L’Antidiplomatico


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.