0 2 minuti 10 mesi

Mercoledì, il prigioniero politico palestinese Sultan Khallouf, 40 anni, ha sospeso uno sciopero della fame iniziato 49 giorni fa, per protestare contro il fatto di essere trattenuto senza accuse sotto ordine di detenzione amministrativa dopo che era stata emessa una sentenza per il suo rilascio.

Khallouf, della città di Burqin a ovest della città di Jenin, nel nord della Cisgiordania, ha interrotto il suo sciopero dopo che un tribunale israeliano ha stabilito che il suo attuale ordine di detenzione amministrativa non sarà rinnovato quando scadrà il 2 dicembre, data in cui sarebbe stato rilasciato.

La Società dei Prigionieri Palestinesi (PPS) ha detto che Khallouf ha iniziato lo sciopero subito dopo che i soldati lo avevano rapito il 3 agosto, prima che gli venisse imposto un ordine di detenzione amministrativa per quattro mesi.

Nel 2019, Khallouf ha intrapreso uno sciopero della fame per 67 giorni, protestando anche contro un ordine di detenzione amministrativa, e ha interrotto lo sciopero solo dopo che è stato raggiunto un accordo per il suo rilascio.

Attualmente, un detenuto amministrativo palestinese, Kayed Al-Fasfous, 34 anni, della città di Doura, a sud-ovest della città di Hebron, nel sud della Cisgiordania, sta portando avanti uno sciopero iniziato 49 giorni fa.

Al-Fasfous è stato rapito il 2 maggio dalla sua casa e da allora è stato trattenuto secondo un ordine di detenzione amministrativa arbitraria, e mercoledì 20 settembre un tribunale militare israeliano ha negato un appello per annullare l’ordine.

Sorgente: Administrative Detainee Suspends Hunger Strike After Court Ordered His Release | – IMEMC News


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.