0 4 minuti 1 anno

L’interferenza del segnale è stata determinata come la probabile causa degli incidenti ferroviari mortali di venerdì in India, ha affermato domenica il ministro delle ferrovie del paese. Il bilancio delle vittime è salito a 275 più tardi domenica nell’incidente ferroviario più mortale in India in oltre 20 anni, secondo i media indiani. 

Un totale di 275 persone hanno perso la vita e oltre 1.000 sono rimaste ferite in uno dei peggiori incidenti del paese, come riportato domenica dal media indiano Hindustan Times.

Secondo i funzionari, il Coromandel Express, che va da Calcutta a Chennai, ha colpito i carrelli deragliati di alcuni vagoni dello Yashwantpur-Howrah Express, che sono deragliati e si sono ribaltati sul binario adiacente. Nell’incidente sarebbe stato coinvolto anche un treno merci.

Sabato, il primo ministro indiano Narendra Modi è arrivato sul luogo dell’incidente e ha anche incontrato alcuni dei feriti in ospedale, secondo l’Hindustan Times. Modi ha detto: “Nessuno sarebbe risparmiato e sarebbe stata intrapresa un’azione energica contro i colpevoli”, ha riferito l’Hindustan Times. 

Il ministro indiano delle Ferrovie Ashwini Vaishnaw ha dichiarato domenica che la causa dell’incidente nello stato dell’India orientale di Odisha è dovuta a modifiche apportate alla macchina a punti e al sistema di interblocco elettronico, secondo l’agenzia di stampa Xinhua. Comunica inoltre che sono stati individuati i responsabili dell’incidente e che sono in corso gli sforzi per ripristinare la linea ferroviaria.

Il Global Times ha appreso dal consolato generale cinese a Calcutta che non sono stati segnalati morti o feriti di cittadini cinesi dall’incidente a partire da domenica pomeriggio. 

Sebbene negli ultimi anni l’India abbia investito molto e compiuto notevoli progressi nella costruzione di infrastrutture di trasporto, questo grave incidente ha messo in luce l’enorme divario che continua a turbare il paese, hanno osservato gli esperti.

La gestione caotica e l’insufficiente capacità di risposta alle emergenze del sistema ferroviario del paese sono probabilmente le ragioni principali dell’incidente, mentre la sua infrastruttura obsoleta potrebbe essere una causa indiretta, Liu Zongyi, segretario generale del Centro di ricerca per la cooperazione Cina-Asia meridionale presso gli Istituti di Studi Internazionali di Shanghai, è stato citato da China Business Network. 

Qian Feng, direttore del dipartimento di ricerca presso il National Strategy Institute della Tsinghua University, ha sottolineato domenica che l’India ha pesanti debiti storici nelle infrastrutture di trasporto, che potrebbero portare a gravi incidenti.

L’India ha una delle reti ferroviarie più estese al mondo, la maggior parte della quale è stata costruita più di 160 anni fa durante il dominio coloniale britannico. 

Qian ha osservato che negli ultimi anni, soprattutto dopo l’insediamento del primo ministro in carica Narendra Modi, il governo indiano ha dato la priorità al potenziamento delle infrastrutture di trasporto del popoloso paese. L’amministrazione Modi ha recentemente aumentato la spesa in conto capitale per migliorare i trasporti a 122 miliardi di dollari nell’anno fiscale, l’1,7% del suo PIL. 

Sorgente: “L’interferenza del segnale” provoca la tragedia del treno più mortale in India – Global Times


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.