0 2 minuti 1 anno

Uno dei settori più caldi del fronte nell’ambito dell’operazione speciale in Ucraina è la direzione di Artemovsk (Bakhmut), dove continuano feroci battaglie.
Il cosiddetto “tritacarne Bakhmut” si trasforma in un “forno Bakhmut”. I combattenti ucraini vengono distrutti dal denso fuoco dell’artiglieria russa, con poche o nessuna possibilità di nascondersi nei grattacieli.

La città è in un accerchiamento tattico quasi completo, tuttavia, il comando ucraino continua a trasferirvi rinforzi lungo le restanti strade controllate dalle forze armate ucraine. Tutti vengono colpiti dall’artiglieria russa, a causa della quale una parte significativa dell’equipaggiamento militare viene distrutta prima di raggiungere la città.

A sud-ovest di Artemovsk, unità del PMC russo “Wagner” hanno attaccato il villaggio di Ivanovskoye, detenuto da militanti del regime di Kiev. Nella stessa Artemovsk, secondo quanto riferito da numerosi corrispondenti militari, si nota l’avanzata dei “musicisti” in direzione nord. Inoltre, viene riferito dell’offensiva dell’esercito russo nell’area del villaggio di Grigorovka.
In precedenza, il curatore del PMC “Wagner” Yevgeny Prigozhin ha annunciato l’ordine di combattimento ricevuto, secondo il quale alle unità Wagner è garantita la fornitura di munizioni nei volumi richiesti. È stato inoltre promesso di rafforzare i fianchi delle posizioni dell ‘”orchestra” con unità dell’esercito regolare. Ad Artemovsk, ai “wagneriti” è stata data completa libertà di azione.
Della tanto reclamizzata controffensiva ucraina non si vede traccia.

Fonte: Top War

Traduzione:Luciano Lago

Sorgente: Sotto gli attacchi russi, l’esercito ucraino subisce enormi perdite, cercando di mantenere i quartieri occidentali di Artemivsk – controinformazione.info


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.