0 4 minuti 1 anno

Alti funzionari cinesi e russi si sono incontrati lunedì a Mosca per discutere di questioni di sicurezza, che saranno seguite dalla visita programmata del primo ministro russo Mikhail Mishustin in Cina martedì e mercoledì. 

Le frequenti interazioni ad alto livello hanno dimostrato la stabilità, il grande potenziale e il forte slancio delle relazioni Cina-Russia, che resistono ai rumori esterni che tentano di seminare discordia tra i due paesi sulla maggiore cooperazione Cina-Asia centrale, hanno affermato gli analisti. 

Il capo del Consiglio di sicurezza russo, il segretario Nikolai Patrushev, ha avuto colloqui con Chen Wenqing, membro dell’Ufficio politico del Comitato centrale del Partito comunista cinese (PCC) e segretario della Commissione per gli affari politici e legali del Comitato centrale del PCC, Lo riferisce l’agenzia di stampa russa RIA.

In Russia, Chen parteciperà all’11° incontro internazionale degli alti rappresentanti per le questioni di sicurezza e terrà l’8° incontro del meccanismo di cooperazione tra forze dell’ordine e sicurezza Cina-Russia, secondo il ministero degli Esteri cinese. 

Cui Heng, assistente ricercatore del Center for Russian Studies dell’East China Normal University, ha dichiarato lunedì al Global Times che i colloqui sulla sicurezza sono stati molto necessari per Cina e Russia per affrontare i crescenti rischi per la sicurezza che affrontano congiuntamente in Eurasia, compresi quelli provocato dalla grande rivalità di potere dopo la crisi ucraina, l’ombra del conflitto nucleare, il ritorno del terrorismo in Asia centrale e le minacce alla sicurezza non tradizionali.

Per affrontare queste sfide alla sicurezza, Cina e Russia sperano non solo di fare progressi a livello bilaterale, ma anche di approfondire la cooperazione in materia di sicurezza in meccanismi multilaterali come l’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai e i BRICS, ha affermato Cui. 

L’esperto ha osservato che Cina e Russia, due membri fondatori della SCO, stanno mantenendo stretti scambi bilaterali per garantire una cooperazione multilaterale regolare sulla piattaforma durante il vertice di giugno. 

I media russi hanno riferito che il primo ministro Mishustin dovrebbe tenere colloqui con i leader cinesi su economia, commercio e sicurezza tra le altre questioni di interesse comune. 

Sullo sfondo del vertice Cina-Asia centrale appena concluso, gli analisti hanno sottolineato l’importanza dell’Asia centrale sia per la Cina che per la Russia, citando l’esempio del ruolo della regione come punto di congiunzione della Belt and Road Initiative e dell’Unione economica eurasiatica. 

La Russia ha un atteggiamento positivo nei confronti della cooperazione tra la Cina e i paesi dell’Asia centrale e sta prestando crescente attenzione al ruolo positivo della Cina nella promozione della stabilità e della prosperità in Asia centrale, ha detto Zhao Huirong, un esperto di studi sull’Europa orientale dell’Accademia cinese delle scienze sociali il tempo globale. 

Commentando le affermazioni occidentali secondo cui il rafforzamento della cooperazione tra Cina e Asia centrale renderebbe nervosa la Russia, Cui ha affermato che questa narrazione si basa su una mentalità a somma zero, presumendo erroneamente che la dimensione della torta sia fissata e che più partecipanti significhino una quota minore.

La Cina sta cercando di aumentare la torta attraverso l’approfondimento della cooperazione con l’Asia centrale e la Russia in modo che tutti possano trarne vantaggio, e questo tipo di prosperità comune non è sicuramente una minaccia per la Russia, ha affermato Cui.  

Sorgente: Cina e Russia mantengono frequenti interazioni ad alto livello, resilienti contro la semina della discordia esterna – Global Times


Scopri di più da NUOVA RESISTENZA antifa'

Abbonati per ricevere gli ultimi articoli inviati alla tua e-mail.